Svizzera, 17 novembre 2019

Ecoattivisti bloccano un terminal dell'aeroporto di Ginevra

Circa un centinaio di attivisti ambientalisti appartenenti al collettivo "Extinction Rebellion" hanno bloccato sabato l'accesso al terminal dei jet privati ​​dell'aeroporto di Ginevra per circa due ore e mezza.

Trenta di loro sono rimasti fermi per due ore e mezza per impedire l'ingresso e l'uscita dalla struttura. Gli altri sono rimasti in piedi, cantando, applaudendo, tenendo cartelli o sventolando bandiere.

L'obbiettivo dell'azione di disturbo era di denunciare il jet privato quale mezzo di trasporto perchè, secondo uno degli attivisti citati da "LeMatin" il jet privato "è completamente assurdo perché emette venti volte più CO2 per passeggero rispetto a un aereo convenzionale".

Dopo circa due ore e mezza di occupazione, i manifestanti hanno finalmente deciso di accettare il suggerimento della polizia cantonale di Ginevra di andarsene.

Gli attivisti, che non avevano richiesto alcun permesso per organizzare la protesta, sono stati schedati dalla polizia cantonale. Su possibili conseguenze penali "nessuna decisione è stata ancora presa in merito alle possibili conseguenze a seguito di questa azione", ha detto il portavoce della polizia cantonale ginevrina, Silvain Guillaume-Gentil.

Guarda anche 

2000 franchi per un piccolo appartamento, locatrice in manette per affitti esorbitanti a migranti clandestini

Faceva pagare 2000 franchi di affitto mensile per un piccolo appartamento, il cui prezzo ufficiale non dovrebbe superare i 1130 franchi al mese. Una proprietaria di immob...
26.10.2020
Svizzera

Condannati gli attivisti pro clima che avevano occupato una filiale del Credit Suisse

I dodici attivisti pro clima che avevano occupato una succursale del Credit Suisse nel 2018 e che erano stati assolti nel processo di primo grado lo scorso gennaio sono f...
25.09.2020
Svizzera

Fatturava milioni quando era in vacanza o in malattia, medico condannato e espulso per truffa alle casse malati

Il Tribunale penale dell'Est vaudois ha condannato lunedì un medico francese di origine siriana residente a Vevey (Vaud) a tre anni di carcere, la metà ...
01.09.2020
Svizzera

“Ho visto Schumi e spero che tutti possano vederlo presto”

GLAND – Si rompe di colpo il silenzio sulle condizioni di Michael Schumacher, da sempre protetto dalla famiglia e dagli amici più stretti, dopo il terribile ...
19.07.2020
Sport