Ticino, 16 novembre 2019

Non basta guidare ubriachi (fradici) per essere espulsi, olandese residente in Ticino graziato dal Tribunale federale

Il Tribunale federale ha annullato l’espulsione di un cittadino olandese residente in Ticino. La Sezione della popolazione aveva deciso di revocargli il permesso di dimora dopo due condanne per guida in stato di ebrietà (la prima volta aveva un tasso alcolemico tra 1,79 e 2.39 per mille, la seconda tra 2.10 e 2.67 per mille) e dopo aver scoperto che, nonostante si fosse dichiarato incensurato, il 45enne aveva alle spalle due condanne per droga in Olanda, rispettivamente a 20 mesi e 12 mesi di reclusione.

Su ricorso, sia il Consiglio di Stato sia il Tribunale amministrativo cantonale avevano confermato l’espulsione, sostenendo che l’uomo rappresentava “una minaccia effettiva e attuale per l’ordine pubblico svizzero”. I giudici del Tribunale federale invece, pur riconoscendo che l’uomo aveva mentito al momento della richiesta del permesso, hanno scritto nella loro sentenza pubblicata oggi che “le condanne subite dall’insorgente in Svizzera non permettono di concludere che l’interessato costituisce una concreta minaccia per l’ordine pubblico svizzero”. Inoltre, hanno aggiunto, le informazioni sulle sue precedenti condanne in Olanda non sono sufficienti per capire la gravità dei reati commessi. 

Il Tribunale federale ha quindi accolto il ricorso dell’uomo, che era patrocinato dall’avvocato Stefano Zanetti, e hanno rinviato la causa al Tribunale cantonale amministrativo affinché esprima un nuovo giudizio.

Guarda anche 

Abusava della figlia minorenne della compagna, espulso un 47enne

Dopo oltre cinque anni è stata definitivamente confermata la decisione della Sezione della popolazione del Dipartimento delle istituzioni di revocare il permesso d...
01.10.2020
Ticino

Voleva aprire ditta ma dovrà prima restituire più di 260'000 franchi all’assistenza

Dopo più di nove anni di assistenza sperava di iniziare un’attività indipendente grazie a un anticipo di eredità versatogli dal padre. Invece q...
01.10.2020
Svizzera

Condannato a sei anni di carcere per aver ucciso la moglie con un calzascarpe

Un cittadino kosovaro di 67 anni è stato condannato martedì a sei anni e mezzo di carcere per aver ucciso la moglie con un calzascarpe. È stato conda...
30.09.2020
Svizzera

Condannati gli attivisti pro clima che avevano occupato una filiale del Credit Suisse

I dodici attivisti pro clima che avevano occupato una succursale del Credit Suisse nel 2018 e che erano stati assolti nel processo di primo grado lo scorso gennaio sono f...
25.09.2020
Svizzera