Sport, 15 novembre 2019

Punito per un tweet: è razzismo! Squalificato per un turno

La FA ha deciso di punire Bernardo Silva anche con 50'000 sterline di multa per il suo post verso il compagno di squadra Mendy

MANCHESTER (Gbr) – Niente goliardia: Bernardo Silva è stato fermato un turno dalla FA per il tweet al compagno di squadra Mendy. Inoltre dovrà pagare una multa di 50'000 sterline.

La Federcalcio inglese ha accusato il portoghese di “condotta scorretta”. Il tweet considerato razzista, comprendeva una foto del terzino francese da bambino con vicino il logo di una nota marca di cioccolatini spagnoli e la didascalia: “Indovina chi?”, con un’emoticon che ride.

Silva aveva
rimosso il post che non era sfuggito all’associazione anti-razzista “Kick it Out” che aveva segnalato il contenuto alla FA.

Bernardo Silva aveva anche sottolineato che era un gioco (“Non si può neanche scherzare con un amico in questi giorni”), ma la FA lo ha punito proprio per la sua posizione di giocatore famoso: “È chiaro che il tweet non doveva essere altro che una conversazione scherzosa tra amici, ma il post era pubblicato su di un social con 600’000 followers”.

Guarda anche 

Rivoluzione inglese: colpi di testa banditi, fino a 12 anni solo col pallone ai piedi

LONDRA (Gbr) – Se non è una rivoluzione, poco ci manca. Specie per il calcio inglese, vigoroso, spigoloso, fisico, in cui il colpo di testa è quasi un...
28.07.2022
Sport

Le sudamericane in palla, la svogliata Francia arranca

Mancano ancora cinque mesi all’inizio dei Mondiali del Qatar. Gli ultimi a 32 squadre, visto che dal 2026 (ahinoi) la rassegna iridata contemplerà...
20.06.2022
Sport

Famiglia accoglie rifugiata ucraina: il padre scappa con lei dopo 10 giorni e abbandona moglie e figli

BRADFORD (Gbr) – Sta facendo il giro del mondo la storia di Sofiia e Tony, la ragazza rifugiata ucraina e il 29enne inglese che ha lasciato moglie e figli per lei. ...
24.05.2022
Magazine

Il Parlamento dei rifugiati accusa la Svizzera di razzismo, "discriminati rispetto agli ucraini"

Da metà febbraio circa 45'000 ucraini hanno ottenuto il permesso "S". Con questo permesso, gli ucraini possono vivere in Svizzera per almeno un anno,...
10.05.2022
Svizzera