Svizzera, 11 novembre 2019

Politico polacco riceve fattura del telefono salata, ora chiede all'UE di abolire il roaming con la Svizzera

Il roaming, si sa, può portare brutte sorprese a chi viaggia all'estero e non fa attenzione. Lo ha scoperto anche Radoslaw Sikorski, un ex ministro degli esteri polacco (nella foto), il quale per una sola giornata in Svizzera si è ritrovato con una fattura del telefono di oltre 1'000 franchi.

La vicenda non è recentissima, ma ora Sikorski, dopo quasi due anni non l'ha ancora mandata giù e ha deciso di sottoporre la questione all'UE. Come riferisce l'"Aargauer Zeitung", una visita a Davos nel 2018 al World Economic Forum (WEF) gli è valsa una fattura più che salata. Un giorno è bastato perché il conto arrivasse a 1389 franchi.

Durante il suo soggiorno nelle Alpi grigionesi, Sikorski ha usato il suo telefono cellulare per chiamare, inviare messaggi e navigare in Internet. Il solo traffico dati è costato al polacco circa 1'100 franchi.



Il politico ammette di aver ricevuto un avviso via SMS che i suoi dati erano stati esauriti. Tuttavia, non pensava che il suo conto, che di solito ammontava a cento franchi, avrebbe superato i
1'000 franchi in sole 24 ore.

È "vergognoso" che la Svizzera, a differenza dei paesi dello Spazio economico europeo, non abbia abolito il roaming, ha affermato Radoslaw Sikorski.

Il polacco ha approfittato del dibattito sulla Svizzera in seno alla commissione per gli affari esteri del Parlamento europeo mercoledì per discutere della sua disavventura. Ha chiesto cosa si potrebbe fare per il problema delle tariffe di roaming. Radoslaw Sikorski ha anche incontrato un membro del Parlamento europeo responsabile degli affari dei consumatori e intende presentare la domanda per iscritto alla Commissione. Se necessario, il politico è pronto a segnalare questo problema all'Assemblea plenaria del Parlamento europeo.

"Un conto così elevato può rovinare rapidamente il vostro soggiorno in Svizzera", ha dichiarato il polacco. Può anche essere un pericolo secondo lui. "Gli sciatori o gli automobilisti dipendono dal loro GPS." Radoslaw Sikorski afferma che non è solo preoccupato per i turisti che dall'Unione europea si recano in Svizzera, ma il roaming illimitato è anche nell'interesse dei viaggiatori svizzeri che si recano nell'UE.

Guarda anche 

Il PS chiede di avviare i negoziati per l'adesione della Svizzera all'UE, "è ora di rompere il tabù"

Il gruppo parlamentare socialista a Berna discuterà martedì di una mozione del consigliere nazionale Fabian Molina (PS/ZH) per costringere il Consiglio fede...
06.06.2021
Svizzera

Pedone picchiato e rapinato da due sconosciuti

Una violenta rapina ha avuto luogo la scorsa notte attorno alle 2.30 a Frauenfeld. Come riferisce la polizia turgoviese, un 24enne stava camminando sulla Murgstrasse v...
05.06.2021
Svizzera

Accordo quadro, la Svizzera interrompe i negoziati con l'UE

La Svizzera ha deciso di porre fine ai negoziati sull'accordo istituzionale che conduce con l'Unione europea (UE) dal 2014. Lo ha annunciato il Consiglio federale...
26.05.2021
Svizzera

Accordo quadro, "l'UE è pronta a un compromesso"

I negoziati sull'accordo quadro tra la Svizzera e l'Unione europea sono attualmente bloccati, ma potrebbero presto essere sbloccati. È perlomeno ciò...
24.05.2021
Svizzera