Sport, 08 novembre 2019

Lugano, se non segni non vinci. Ma la crescita è evidente

Lo 0-0 di ieri sera contro il Malmö ha messo nuovamente in evidenza i chiari problemi offensivi

SAN GALLO – La matematica non ha ancora chiuso le porte europee al Lugano, ma ora i bianconeri per sognare un passaggio del turno in Europa League devono centrare il colpaccio e sperare in qualche passo falso delle altre squadre del suo girone. Ma sognare di battere il Copenaghen in casa e la Dinamo Kiev in trasferta, con un attacco che non segna mai, diventa complicato.

Si sono visti diversi passi in avanti rispetto al recente passato, anche perché i bianconeri sono riusciti ad arrivare diverse volte dalle parti di Dahlin, hanno sempre tenuto in pugno il match, ma (ci duole ripeterlo) se davanti al portiere non la butti dentro… allora i passi in avanti contano fino a un certo punto. Certo, Vecsei aveva fatto centro e poteva essere una rete pesantissima, ma purtroppo in questo contesto la VAR non è ancora in funzione, ma quell’occasione sciupata da Holender solo davanti all’estremo difensore svedese è da bollino rosso.

Come detto qualche settimana fa, più che pensare all’Europa League, il Lugano deve pensare a salvarsi in campionato: se poi contro i danesi e gli ucraini nelle prossime due partite europee, uno dei peggior attacchi di questa competizione riuscirà a sbloccarsi, allora sognare non sarà un’utopia.

In ogni caso con l’arrivo di Jacobacci stiamo ammirando un Lugano diverso, più compatto, più attivo sia in fase difensiva che in fase offensiva. Certamente un punto importante da cui ripartire.

Guarda anche 

Una nuova agenda congiunta della Città e di Lugano Region per la promozione degli eventi

LUGANO- È stata presentata oggi in una conferenza stampa a Villa Ciani la nuova agenda degli appuntamenti di Lugano e del Luganese. Frutto del lavoro congiunto ...
21.01.2020
Ticino

Più soldi e meno carriera: la scelta di Junior fa felice il suo portafoglio

LUGANO – “Non voglio più giocare a Lugano, voglio guadagnare di più”. Con queste parole, più o meno, Junior ha messo Angelo Renzett...
21.01.2020
Sport

“Filippine, esperienza di vita straordinaria e da ripetere!”

Come calciatore ha avuto diverse opportunità per sfondare e, per dirla tutta, non le ha sfruttate come avrebbe voluto e potuto. Melidese DOC, è uno dei t...
20.01.2020
Sport

Tra passi avanti e passi indietro: HCL e HCAP, che sofferenza!

LUGANO/AMBRÌ – Armatevi di misuratori della pressione e di cardiofrequenzimetro: da qui al 29 febbraio, se siete tifosi dell’Ambrì o del Lugano,...
19.01.2020
Sport