Sport, 30 ottobre 2019

Jörg fotografa il derby: “Avessimo tirato sempre come nel finale…”

L’attaccante del Lugano ha analizzato la sconfitta patita ieri contro l’Ambrì in casa: “Non la nostra miglior partita, ma ci abbiamo creduto”

LUGANO – Pochi sorrisi, ma musi neanche troppo lunghi. Nello spogliatoio del Lugano ieri sera, dopo il derby perso ai rigori in casa contro l’Ambrì, si respirava l’ovvia delusione della sconfitta, ma anche la consapevolezza che il capitombolo interno – l’ennesimo della stagione – era frutto di una prestazione alquanto rivedibile per quanto concerne i primi 40’: “Non abbiamo giocato bene nei primi due tempi, loro giustamente si sono portati sul 3-0 – ha sottolineato Mauro Jörg – Siamo stati bravi a crederci, a non mollare e ad arrivare vicini alla vittoria. È un peccato”.

Il classico forecheck dell’Ambrì, sfrenato e forsennato, vi ha messi in difficoltà, specie in powerplay. Vi ha tolto fiato e gioco…
Loro hanno davvero giocato bene, portavano pressione già sui nostri difensori. Mettiamola così: non è stata la nostra miglior partita, senza nulla togliere all’Ambrì.

Eppure vi è bastato un terzo tempo giocato bene, contro un Ambrì in calo per cogliere un punto e andare vicino alla vittoria nell’overtime…
Questo è vero. Abbiamo colto due pali nella partita, di cui uno nel supplementare (7 tiri a 3, ndr), ma nel terzo periodo sapevamo che dovevamo dare il tutto per tutto e abbiamo tirato più del solito. Volevamo vincere ma alla fine ci dobbiamo accontentare di questa sconfitta che ci dà comunque un punto.

Avete tirato, ma “male”: tanti appoggi e poche conclusioni pericolose…
Penso proprio di sì. Avessimo tirato nei primi 40’ come abbiamo tirato nell’ultimo periodo magari avremmo visto e disputato un’altra partita. Ma non possiamo tornare indietro, dobbiamo imparare da questo KO e continuare con le cose positive.

Guarda anche 

“Futuro tutto da scrivere Certo, la National League…"

BIASCA - È un ragazzo semplice, Loïc Vedova. Figlio di una terra di emigrati e di gente stoica come la Vallemaggia, sin da bambino ha cullato i...
19.10.2020
Sport

Una zona Cesarini che salva il Lugano

VADUZ - Marcis Oss, giocatore lettone cresciuto nello Spartaks e prestato allo Xamax nelle ultime due stagioni, ieri sera ha vestito i pan...
18.10.2020
Sport

Casinò Lugano “Giochiamo a tutto ma non con la salute”!

Dopo il lockdown della scorsa primavera il Casinò Lugano ha coniato un fortunato slogan che in questi mesi è diventato virale tanto...
17.10.2020
Ticino

Covid: Renzetti è positivo!

LUGANO – Dopo l’HCL, anche il Football Club Lugano deve fare i conti col Covid-19: il presidente Angelo Renzetti è positivo. Dopo un soggiorno di 4 ...
14.10.2020
Sport