Svizzera, 27 ottobre 2019

Carla Del Ponte critica il governo, "i jihadisti siano rimpatriati in Svizzera"

L'ex procuratrice generale della Confederazione Carla del Ponte e investigatrice speciale delle Nazioni Unite Carla Del Ponte critica il Consiglio federale per il suo rifiuto di rimpatriare i jihadisti con passaporto svizzero. Solamente riportandoli in Svizzera si potrebbe capire cosa li ha spinti a partire, secondo Del Ponte.

"Secondo me la cosa migliore è rimpatriare attivamente i jihadisti e processarli in Svizzera", ha affermato l'ex procuratrice in un'intervista pubblicata sabato da "Schweiz am Wochenende". Del Ponte non capisce perché la ministra della giustizia Karin Keller-Sutter si rifiuti di fare così. In precedenza Keller-Sutter aveva espresso la preferenza che i jihadisti con cittadinanza
elvetica siano processati in Siria piuttosto che in Svizzera, da dove sarebbe difficile raccogliere gli elementi per processare queste persone.

"È importante capire come e perché questi individui si facciano coinvolgere dalla guerra. Solo così possiamo imparare qualcosa", ha aggiunto. Inoltre, sarebbe meglio un rientro controllato, piuttosto che ritorni selvaggi "più pericolosi".

Carla del Ponte si è poi anche espressa sul ruolo della Turchia nel conflitto in Siria. Con l'invasione Erdogan, secondo Del Ponte, avrebbe violato il diritto internazionale e per questo motivo il presidente Recep Tayyip Erdogan dovrebbe essere indagato per crimini di guerra.

Guarda anche 

Ecco i tre vincitori dello “Swiss Stop Islamization Award 2021”

Lo scopo dello Swiss Stop Islamization Award, un premio nazionale organizzato dal 2018 dal movimento politico “Il Guastafeste” di Giorgio Ghiringhelli di rico...
28.05.2021
Svizzera

Ecco la prima consigliera comunale con il velo islamico

Martedì prossimo per la prima volta nel canton Ginevra una consigliera comunale parteciperà a una seduta indossando il velo islamico. “Sono una cit...
15.05.2021
Svizzera

Polemica alla caserma di Kloten: "Congedo per i musulmani, 30 km di marcia per tutti gli altri"

Migliaia di giovani termineranno la loro scuola reclute il prossimo 21 maggio. Anche alla caserma di Kloten, dove la conclusione di questa fase si sta svolgendo nel segno...
12.05.2021
Svizzera

L’ex imam della moschea di Winterthur ordina omicidi dal carcere

Azad M., l’ex imam della moschea An’Nur di Winterthur, è stato scoperto mentre dal carcere ordinava degli omicidi.   A svelarlo è il Tage...
09.04.2021
Svizzera