Svizzera, 23 ottobre 2019

Illegalmente in Svizzera, non vengono espulsi perchè il padre è malato

Due cittadini kosovari, un fratello e una sorella, senza lavoro e senza permesso di soggiorno residenti nel canton Ginevra non dovranno fare ritorno al loro paese perché il padre è malato.

Come riporta la "Tribune de Geneve", il Tribunale ha annullato una decisione di espulsione del cantone, sostenendo che la presenza dei figli accanto al padre è vantaggiosa per lui e per la comunità. L'uomo possiede un permesso C e soffre di una malattia agli occhi che ne limita la vista, nonché di disturbi mentali. I due riceveranno quindi un permesso B.

"L'aiuto e le cure fornite dai suoi figli evitano il ricovero o costose cure domiciliari", hanno motivato i giudici. Gli avvocati della famiglia accolgono questa decisione dopo otto anni di combattimenti. Secondo loro, questo tipo di decisione potrebbe moltiplicarsi in futuro con l'invecchiamento della popolazione straniera.

Guarda anche 

Quelle due donne erano di troppo: annullata l'espulsione di un richiedente l'asilo

Tutto da rifare, a causa di due donne. La loro presenza durante l’audizione ha portato all’annullamento della decisione della Segreteria di Stato della mig...
05.12.2019
Svizzera

Delinquente può restare in Ticino grazie al Tribunale federale

Ha decine di migliaia di franchi di debiti. Non ha una formazione e non ha praticamente mai lavorato. È stato più volte condannato, per truffa, lesioni semp...
30.11.2019
Ticino

Psicoterapeuta salva uno stupratore dall’espulsione

Era stato espulso dalla Svizzera dopo una condanna a 3 anni di detenzione per stupro, coazione sessuale, esposizione a pericolo della vita altrui, lesioni semplici e cont...
29.11.2019
Svizzera

Tradisce la moglie svizzera con una camerunese: via il passaporto

Aveva ottenuto il passaporto rossocrociato grazie al matrimonio con una cittadina elvetica. Ma nonostante fosse sposato e vivesse in Svizzera, continuava a fare figli con...
29.11.2019
Svizzera