Svizzera, 23 ottobre 2019

Illegalmente in Svizzera, non vengono espulsi perchè il padre è malato

Due cittadini kosovari, un fratello e una sorella, senza lavoro e senza permesso di soggiorno residenti nel canton Ginevra non dovranno fare ritorno al loro paese perché il padre è malato.

Come riporta la "Tribune de Geneve", il Tribunale ha annullato una decisione di espulsione del cantone, sostenendo che la presenza dei figli accanto al padre è vantaggiosa per lui e per la comunità. L'uomo possiede un permesso C e soffre di una malattia agli occhi che ne limita la vista, nonché di disturbi mentali. I due riceveranno quindi un permesso B.

"L'aiuto e le cure fornite dai suoi figli evitano il ricovero o costose cure domiciliari", hanno motivato i giudici. Gli avvocati della famiglia accolgono questa decisione dopo otto anni di combattimenti. Secondo loro, questo tipo di decisione potrebbe moltiplicarsi in futuro con l'invecchiamento della popolazione straniera.

Guarda anche 

La Svizzera dovrà dare all'Italia i dati bancari di due contribuenti italiani

Il Tribunale amministrativo federale (TAF) ha respinto il ricorso di due contribuenti italiani che si opponevamo alla trasmissione dei loro dati bancari a Roma. Questa ri...
15.01.2021
Svizzera

Condannato sia in Italia sia in Svizzera, ma il TRAM lo perdona

Aveva omesso di segnalare nell’autocertificazione di essere già stato condannato in Italia a una pena di 20 mesi di reclusione. In più durante la sua ...
14.01.2021
Ticino

La vittima della sparatoria di Giornico deve tornare a casa sua

Dovrebbe lasciare la Svizzera il 32enne richiedente l’asilo pachistano che nel 2017 rimase ferito in una sparatoria nei boschi sopra Giornico. Il Tribunale amminist...
14.01.2021
Ticino

"La tassa militare è discriminatoria", la Svizzera condannata dalla CEDU

La Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU) si è pronunciata a favore di un cittadino svizzero ritenuto inabile al servizio che si era opposto alla tassa mil...
12.01.2021
Svizzera