Svizzera, 22 ottobre 2019

Allievo violento e molesto escluso per sempre dalla scuola dell'obbligo

Un giovane in età scolastica può essere permanentemente escluso dalla scuola dell'obbligo può essere escluso se il suo comportamento lo giustifica. La misura, più unica che rara in Svizzera, è stata presa nei confronti di un 14enne marocchino residente nel canton Vaud che, dopo innumerevoli avvertimenti, è stato espulso dalla sua scuola a titolo definitivo. La lista di infrazioni, per non dire crimini, commessi dal giovanissimo è lunghissima a cominciare da una condanna del Tribunale minorile per aver abusato di una compagna. Un totale di 29 lettere sono state inviate alla famiglia in merito al comportamento del figlio. Lungi dal prendere in mano la situazione, la madre è stata a sua volta condannata nel 2018 per le troppe assenze del figlio. In seguito, la donna ha contestato l'esclusione del figlio in tribunale il mese scorso, senza successo.

Come riporta "20 minutes", i problemi causati dal ragazzo vanno avanti da diverso tempo. All'età di 7 anni, era già stato notato per problemi di disciplina e comportamento. Diversi istituti specializzati in persone problematiche hanno dovuto espellerlo per le sue violenze e minacce. Il suo dossier mostra resistenza a qualsiasi autorità: si rifiutava di lavorare, non faceva i compiti, arrivava in ritardo, indossava la tuta da ginnastica con il berretto in testa e la gomma da masticare in bocca. Disturba la classe, insulta gli insegnanti e crea "un'atmosfera odiosa in classe".

Seguirono esclusioni temporanee e l'intervento di specialisti. Senza successo. "Il ricorrente ha superato tutti i limiti", ha insistito il dipartimento di formazione del Cantone. Dello stesso tenore il tribunale cantonale: "C'è un innegabile interesse pubblico nel garantire che studenti e insegnanti vivano in un ambiente sicuro". Il ragazzo, una volta che la sua condanna per l'abuso citato prima diventa definitiva, potrebbe anche essere espulso dalla Svizzera insieme alla madre.

Guarda anche 

Altri tre morti accoltellati a Londra, "Khan ha perso il controllo delle strade"

Non ha fine la serie di accoltellamenti che da tempo sta scuotendo Londra dopo che tre uomini, appartenenti alla comunità sikh, sono stati pugnalati a morte questo...
20.01.2020
Mondo

Gang di pedofili ignorate dalla polizia inglese per evitare tensioni razziali

Secondo quanto emerso da un’inchiesta interna, che ha preso il nome di “operazione Liden” condotta dalla polizia inglese e riportata dal quotidiano...
20.01.2020
Mondo

Condannato per discriminazione razziale per aver insultato gli stupratori della sua amica

Insulta gli stupratori della sua amica e viene condannato. Uno dei quattro uomini condannati per lo stupro di una transessuale di 27 anni a Vevey nel canton Vaud (vedi ar...
18.01.2020
Svizzera

Avevano occupato il Credit Suisse "per il clima" e criticare Federer, tutti assolti

Il tribunale distrettuale di Renens ha assolto un gruppo di dodici attivisti pro-clima che avevano partecipato a novembre 2018 all'occupazione dei locali del Credit S...
14.01.2020
Svizzera