Svizzera, 17 ottobre 2019

Animali agonizzanti (anche) per un laboratorio svizzero

Un'inchiesta condotta dalle associazioni SOKO Tierschutz e Cruelty Free International ha rivelato la crudeltà con cui sono condotti gli esperimenti sugli animali dal laboratorio LPT a Mienenbüttel, nel nord della Germania. Nel video girato nel laboratorio e pubblicato su YouTube (vedere sotto, avvertiamo che certe scene potrebbero urtare la sensibilità dei lettori) viene menzionato che tali esperimenti vengono condotti, tra gli altri, anche per "un cliente in Svizzera". Come ha riportato il programma "Kassensturz" della SRF, questo cliente è la società Inthera Bioscience AG.

Tra dicembre 2018 e marzo 2019, un investigatore privato ha documentato il modo in cui gli animali sono stati trattati a LPT. Ha filmato, per esempio, cani sanguinanti copiosamente dopo che tubi e capsule sono stati spinti in gola. Lo scopo dell'esperimento? Trovare il dosaggio esatto che causa gravi effetti collaterali o addirittura la morte. In un'altra scena si vedono scimmie legate su delle sorti di pali, sottoposte a crudeltà di ogni genere. O ancora gatti con le zampe depilate su cui si possono vedere i segni di innumerevoli torture. Ovunque si possono tracce di sangue e la sofferenza degli animali è evidente.

"È scioccante vedere questi cani morire mentre fanno il bagno nel loro stesso sangue", afferma Friedrich Mülln, portavoce della SOKO.

Nel video, si vede un dipendente schiacciare una scimmia contro il bordo di una porta. Quando l'investigatore chiede a un altro dipendente il perchè di tale trattamento, questi risponde che "opporsi sembra inutile". Sostiene che quando aveva provato a far cessare queste pratiche, crudeli quanto inutili, i suoi datori di lavoro non hanno ascoltato.

Per quanto riguarda le persone che lavorano in laboratorio, apparentemente solo uno avrebbe una formazione adatta a lavorare con gli animali. Gli altri hanno una formazione come macellai, meccanici o ancora... musicista.

Gli animali inoltre devono anche sopportare spesso lunghi viaggi prima di arrivare in laboratorio. I gatti provengono dalla Spagna, i cani dagli Stati Uniti e le scimmie dalla Cina. E la maggior parte degli esperimenti porta alla morte di animali, i cui corpi finiscono in sacchi della spazzatura.

"Gli animali devono essere eutanizzati in tempo. Prima che finiscano in cattiva salute. Non possiamo lasciarli agonizzare in questo modo", afferma Julika Fitzi, della Protezione Svizzera degli Animali (PSA) ai microfoni della SRF.

Inthera Bioscience, da parte sua, non ha voluto commentare le accuse contro il laboratorio tedesco. Tuttavia, la società ha dichiarato: "Finché non avremo un'idea chiara dei fatti, la società si impegnerà a non collaborare con il fornitore menzionato".

Guarda anche 

Richiedente l'asilo picchia la compagna incinta per farla abortire, condannato (ma niente carcere né espulsione)

Un richiedente l'asilo iracheno è stato riconosciuto colpevole di lesioni semplici per aver picchiato ripetutamente la compagna incinta per farla abortire. Non...
13.01.2020
Svizzera

Asilanti non vengono rinviati in Italia, "il TAF mina l'Accordo di Dublino"

L'UDC ha duramente criticato alcune recenti sentenze del Tribunale amministrativo federale di vietare il rinvio in Italia di richiedenti l'asilo. Con "queste...
09.01.2020
Svizzera

Giovane migrante ritrovata morta nel canton Vaud, arrestato un connazionale

Scomparsa da ormai più di 10 giorni, da venerdì 27 dicembre, la 17enne afgana Sara M. è stata ritrovata morta lunedì scorso a Yverdon, nel can...
08.01.2020
Svizzera

“Mi sono sentito preso in giro”. Ma in realtà non ha voluto firmare

SEREGNO (Italia) – Ne avevamo parlato qualche giorno fa, quando su diversi media italiani si era parlato Taye Taiwo, ex terzino anche del Milan, che si era sfogato ...
31.12.2019
Sport