Sport, 15 ottobre 2019

Tweet pro Erdogan: licenziato in tronco. “Lontano dai nostri valori”

Il St. Pauli, squadra tedesca, ha deciso di interrompere immediatamente il rapporto col turco Sahin

ST. PAULI (Germania) – Ciò che sta succedendo tra Turchia e Siria sta sconvolgendo il mondo, in tanti si stanno indignando e si domandano a cosa porteranno queste barbarie. Una situazione che coinvolge anche il mondo dello sport e del calcio in particolare, visto che la prossima finale di Champions League è in programma a Istanbul e in diversi vorrebbero che la UEFA intervenisse per cambiare il luogo della partita più importante della stagione.

Nel frattempo c’è chi si sta già muovendo, come nel caso del St. Pauli, gloriosa squadra tedesca che ora milita in 2a Bundesliga. La società ha deciso di licenziare in tronco l’esterno d’attacco Cenk Sahin, ex capitano della nazionale Under 21. Lui come tanti altri giocatori della Turchia – che anche ieri sera hanno messo in bella mostra il saluto militare al momento del pareggio ottenuto a Parigi contro la Francia nel match valido per le qualificazioni al prossimo Europeo
– ha sostenuto e sostiene Erdogan e il suo esercito nel nord della Siria, attraverso i propri social e si è rifiutato di rimuovere il tutto sotto richiesta del club.

Da qui la decisione del St. Pauli di liberarlo da ogni vincolo contrattuale, di smettere di allenarsi con la loro divisa e di potersi accordare con qualsiasi altra squadra: il Basasksehir, squadra turca di Erdogan, gli ha già presentato un’offerta.

“I principali fattori di questa decisione son stati il ripetuto disprezzo per i valori del club. Ci è apparso evidente che non potevamo misurare in dettaglio le sfumature della percezione e degli atteggiamenti di altri background culturali. Il fatto che rifiutiamo gli atti di guerra non è tuttavia suscettibile di dubbio o discussione: questi atti, e l’espressione di solidarietà nei loro confronti, sono in contrasto con i valori del nostro club”, ha comunicato ufficialmente il St. Pauli.

Guarda anche 

Lugano, arriva il GC. E l’Inter fa ben sperare

LUGANO – È un Lugano che punta in alto, che sogna in grande e che ha voglia di far vivere un’altra stagione indimenticabile ai propri tifosi, quello ch...
19.07.2024
Sport

“Africani e vanno a trans”: il coro razzista dell’Argentina. Francia furiosa

BUENOS AIRES (Argentina) – Domenica scorsa l’Argentina, battendo per 1-0 la Colombia al supplementare, ha conquistato la seconda Copa America consecutiva. Ovv...
18.07.2024
Sport

“Lascio lavatrici, palloni e tute per passare a camper e tricicli”

LOCARNO - Bruno Walther è un personaggio d’altri tempi. Uno di quelli che non si possono replicare, nemmeno se inventassero la macchina per la clon...
18.07.2024
Sport

Ciao Svizzera: Shaqiri saluta la Nazionale

LUGANO – La notizia non giunge del tutto inaspettata, ma ora è diventata ufficiale: dopo 14 anni, Xherdan Shaqiri non vestirà più la maglia del...
15.07.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto