Mondo, 26 settembre 2019

Roma, un senatore e un giudice si fanno derubare da una banda di stranieri nello stesso giorno

Un senatore e un giudice sono stati derubati martedì nel giro di mezz'ora da una banda di giovani nord africani nella zona della stazione Termini, a Roma.

Vittime di questa brutta esperienza sono stati il senatore del Movimento 5 Stelle Gabriele Lanzi e un giudice della Corte di Cassazione. Come riporta Metro News, due componenti della banda sono stati catturati e arrestati poco dopo i fatti con l’accusa di furto aggravato in concorso. Si tratta di un algerino di 20 e di un suo connazionale di 27 anni. Il terzo è ancora ricercato.

I ladri hanno colpito per primo il magistrato, che stava pranzando in un ristorante vicino alla stazione.
Quando è venuto il momento di pagare, il giudice della Cassazione si è accorto che la sua valigetta 24 ore era sparita. Dentro c’erano dei documenti riservati e gli atti di un convegno al quale avrebbe dovuto partecipare.

Poco dopo è toccato al parlamentare. Il senatore grillino stava cercando un taxi quando si è avvicinato a lui un ragazzo per chiedergli un’indicazione stradale mentre un altro giovane faceva da palo. Ma era una scusa. Un attimo dopo, in un momento di distrazione di Lanzi, un altro componente della banda gli ha portato via i bagagli che aveva con sè. All’interno c’erano un pc, un iPad e alcuni documenti. Il trio si è poi allontanato.

Dopo il furto, il senatore è andato dalla polizia. Gli agenti hanno setacciato le strade vicino alla stazione, dopo aver riconosciuto i responsabili dei furti. Hanno identificato un algerino e hanno notato che aveva con sé le chiavi con il logo di un bed and breakfast. Una volta giunti nell’alloggio, hanno trovato gli oggetti rubati a Lanzi e alcuni documenti del magistrato.

Guarda anche 

Voleva uccidere il marito dell'ex-moglie, dopo tre anni di carcere dovrà lasciare la Svizzera

Il Tribunale federale ha confermato la condanna di un cittadino originario dei balcani per atti preparatori ad atti criminali. L'uomo aveva minacciato un rivale, avev...
20.10.2020
Svizzera

In migliaia a Parigi per ricordare il docente ucciso da un rifugiato musulmano

Migliaia di persone si sono riunite a Parigi domenica pomeriggio per una manifestazione di solidarietà per il brutale assassinio di un insegnante per mano di un ri...
19.10.2020
Mondo

Accordo fiscale con l'Italia probabilmente entro la fine dell'anno, secondo Ueli Maurer

Entro la fine dell'anno sarà probabilmente firmato l'accordo tra la Svizzera e l'Italia sull'imposta di confine, assicura il Consigliere federale U...
17.10.2020
Svizzera

L'Italia ha finalmente deciso di pulire il Ceresio, la Svizzera paga

L'Italia ha finalmente deciso di migliorare il sistema di smaltimento delle acque luride nei comuni del bacino del Ceresio. Peccato che per farlo avranno bisogno di f...
16.10.2020
Ticino