Ticino, 09 settembre 2019

"I lavoratori dell'aeroporto sono forse di serie B?"

*Dal Mattino della domenica. Di Lorenzo Quadri

Non diciamo che lo scalo luganese deve essere salvato a tutti i costi. Ma per i funerali è ancora presto. Malgrado l’urocc incontinente...

Il Consiglio di Stato ha confermato il proprio sostegno alPaeroporto di Lugano- Agno. Come noto, mercoledì ha licenziato il messaggio governativo che prevede l’aumento della quota azionaria del Cantone in LASA (Lugano Airport SA) dal 12.5% al 40%, per un ammontare di circa 2.4 milioni.

Quattro a uno

Come c’era da attendersi, il “ministro” del P$ Manuele Bertoli si è affrettato a rendere nota la propria contrarietà, precisando che il messaggio “pro-aeroporto” è stato approvato per quattro a uno. Del resto, è noto che per il partito Socialista l’aeroporto va smantellato e trasformato in campo di patate, previo licenziamento di tutti i dipendenti.

Ma come: i Sinistrati non erano mica quelli che si inalberano quando qualcuno — specie se leghista - osa infrangere la collegialità? Però loro possono?

O vuoi vedere che in casa P$ anche lacollegialità - così come la morale,contraddizzioni (come la legalità, come il rispetto ... - è Oltre a questo, la posizione del Consia senso unico?Il consigliere di Stato Socialista è invero piuttosto bizzarra alla luce di alcuni antecedenti:- Le Officine FFS di Bellin/ona vanno salvate ed il Cantone spende 100 milioni, più 20 della città di Bellinzona, per 300 posti di lavoro (inutile dire, ma qui i trasporti non c’entrano, che per le migliaia di impieghi andati persi sulla piazza finanziaria, la partitocrazia non ha mossa un dito).

- La navigazione di Locamo va salvata, e Bertoli, allora presidente del governicchio, era in prima fila tra i manifestanti: forse perché ad organizzare era il Sindakato UNIA, che detta legge in casa PS?

- Salvataggio obbligatorio, con i soldi del contribuente, anche per gli impianti di risalita, per linee di trasporto pubblico senza passeggeri, eccetera eccetera.

Il Gigi di Viganello si chiede

A questo punto il Gigi di Viganello si chiede: perché mai, secondo il kompagno ministro, in tutti i casi di cui sopra è giusto che il contribuente paghi per mantenere in vita artificialmente

delle strutture e dei servizi che senza il sostegno statale chiuderebbero bottega, mentre investire per l’aeroporto (e solo per quello) significherebbe invece buttare soldi dalla finestra? Forse perché gli aerei, in periodo di isterismo ambientalista, non sono climaticamente corretti? O perché l’aeroporto è a Lugano?

E sempre il Gigi di Viganello si chiede: come mai, per il ministro PS, i posti di lavoro nelle strutture sopra indicate andavano salvati a tutti i costi, mentre i dipendenti dell’aeroporto si possono lasciare a casa? Lavoratori di serie B?

Delle due luna

Addirittura grottesca la posizione del MPS, che voleva mantenere le Officine di Bellinzona sul sedime attuale e con l’effettivo attuale, interamente carico del contribuente. Però adesso minaccia il referendum contro il credito per l’aeroporto, che è una piccola frazione di quello staccato per le OFFS. 6 milioni sono infatti il 6% di 100 milioni.

Delle due l'una: o lo Stato interviene, o non interviene. Se non interviene, come sembra volere Bertoli, allora non lo fa neppure quando c'è di mezzo il sindacato che comanda in casa socialista.

Senza contare che 'magari' la presenza dell'aeroporto non è un semplice capriccio da luganesi sbroja, ma è importante per la piazza economica, turistica e congressuale. E questo a livello cantonale, non solo regionale.

E’ presto per il funerale

Attenzione: non diciamo che l’aeroporto deve essere salvato a tutti i costi. Diciamo invece che - malgrado l’urocc incontinente apparentemente insediato in pianta stabile sopra lo scalo - è presto per i funerali, che tra l’altro equivarrebbero a buttare (questo sì) i soldi finora investiti nella struttura. Se alla fine dovrà rimanere solo l’aviazione generale, quindi i privati, e nient’altro, questa dovrà essere davvero l’ultima ratio. E non siamo ancora a quel punto.

*Edizione dell' 8 settembre 2019


Guarda anche 

Ex funzionario condannato per abusi sessuali, "Si apra un'inchiesta"

“Ieri in Gran Consiglio, con il collega Boris Bignasca, abbiamo chiesto il rinvio sulla decisione delle nomine nel Consiglio di Amministrazione dell’ACR. Il m...
17.09.2019
Ticino

AlpTransit, Cossi/Condotte e un appalto da 138 milioni. Quadri: "Imposte non pagate?"

L’azienda italiana Cossi/Condotte Spa ha ottenuto nel 2013 da AlpTransit Gottardo SA il lotto “Armamento ferroviario e logistica” della galleria di base...
17.09.2019
Ticino

Cercasi frontaliere, l'ennesimo annuncio. Quadri: "Com'era la storiella...?"

“Azienda leader nel campo delle telecomunicazioni assume impiegata/o. (…). Titoli preferenziali: residenza di fascia di frontiera conformemente al permesso d...
17.09.2019
Ticino

Swiss Championship of Poker: Un record elvetico al Casinò di Lugano

La quinta edizione dello Swiss Championship of Poker che si è tenuta al Casinò di Lugano nelle ultime due settimane è stato un vero e proprio torneo ...
17.09.2019
Ticino