Mondo, 03 agosto 2019

Germania, migrante uccide il suo coinquilino in strada in pieno giorno

Un siriano di 28 anni residente in Germania ha ucciso a colpi di spada il suo coinquilino tedesco-kazako di 36 anni in pieno giorno in una strada nel sud di Stoccarda lo scorso mercoledì. L'aggressore ha usato un'arma "a forma di spada", secondo quanto riferito dalle forze dell'ordine, e dalle immagini si riconosce che si tratta di una katana. Diversi passanti inorriditi hanno assistito alla scena, tra cui una bambina di 11 anni.

Secondo testimoni oculari, i due uomini stavano discutendo, con l'aggressore che ha ripetutamente chiesto alla vittima "Perché l'hai fatto?" quando a un certo punto afferra la spada e inizia a colpire il suo coinquilino fino a ucciderlo. Il motivo per cui litigavano non è ancora noto.

Diversi testimoni hanno ripreso la scena e presto su Internet sono cominciate a circolare foto e video dell'aggressione. Una di queste immagini riprende la vittima stramazzata al suolo con una lunga scia di sangue dalla testa. In un video (vedere sotto) si vede l'aggressore colpire la vittima a terra diverse volte fino a staccargli il braccio per poi fuggire dalla scena.

L'autore ha tentato di scappare usando una bicicletta, ma la polizia, che lo inseguiva in elicottero, è riuscita a catturarlo poco dopo.

Qui sotto alcune immagini e un video dell'accaduto. Avvertiamo che potrebbero urtare la sensibilità dei lettori.







Guarda anche 

Sgarbi non le manda a dire a Conte. "Discorso suicida, dilettantistico, offensivo"

ROMA – Vittorio Sgarbi è tutto tranne che tenero con Giuseppe Conte e il suo discorso precedente le dimissioni presentate a Mattarella. Lo ha definito &ldquo...
21.08.2019
Mondo

Conte si dimette. Salvini: "Rifarei tutto"

ROMA – Giuseppe Conte si è dimesso, il Governo italiano è ufficialmente in crisi. Nell’attesa seduta del Senato, l’ormai ex premier ha ann...
20.08.2019
Mondo

Brexit, una storica firma.

LONDRA – Una firma storica: l’ha apposta il ministro britannico per la Brexit, Steve Barclay, sulla legge che cancella l’atto del 1972 che sanciva l&rsq...
19.08.2019
Mondo

Maghrebini e albanesi causano notti di terrore a Rimini e Riccione

Notte di paura, follia e botte sulle spiagge della Romagna. In due distinti episodi, due fratelli e la loro mamma sono stati aggrediti da una banda probabilmente albanese...
19.08.2019
Mondo