Ticino, 31 luglio 2019

Contagio da Epatite, EOC "colpevole"

L’EOC è stato riconosciuto colpevole di lesioni colpose gravi. Si è infatti concluso con una condanna dell’Ente Ospedaliero Cantonale il processo bis per il caso di contagio di tre pazienti da epatite C avvenuto nel reparto di radiologia del Civico di Lugano nel 2013.

Lo ha deciso questa mattina il giudice della Pretura penale di Bellinzona Siro Quadri, stabilendo inoltre che l’EOC dovrà pagare una multa di 60mila franchi. Per Quadri “il contagio non va banalizzato e la mancata tracciabilità degli operatori sanitari è una dimostrazione della cattiva condotta dell’ente”.

L’accusa, rappresentata dal procuratore pubblico Moreno Capella, aveva chiesto la condanna dell’EOC a una multa di 100mila franchi, mentre la difesa – che ha già annunciato l’intenzione di ricorrere – chiedeva il proscioglimento dell’Ente in quanto “non c’è stata nessuna carenza organizzativa”.

Guarda anche 

"Rielezione Cassis è solo la logica del meno peggio"

*Di Lorenzo Quadri   Che la verde-anguria Regula Rytz (verde fuori, rossa dentro), posizionata a sinistra della sinistra, non sia stata eletta in Consiglio ...
11.12.2019
Ticino

Delitto di Caslano, chiesti 16 anni per il nipote che uccise la nonna

16 anni di carcere. È la richiesta che la procuratrice pubblica Margherita Lanzillo ha chiesto ai danni del 24enne che nel luglio 2018 uccise la nonne a colpi di m...
11.12.2019
Ticino

Cittadini criminalizzati, mentre i veri delinquenti…

*Dal Mattino della Domenica. Di Lorenzo Quadri Storica (per chi si accontenta) sentenza del Tram, Tribunale amministrativo cantonale, sul tema &...
11.12.2019
Ticino

Delitto di Caslano, il nipote: "Non volevo ucciderla, ma solo minacciarla"

“Volevo solo minacciarla, non ucciderla”. Si difende così a processo il 24enne che la notte dello scorso 6 2018 uccise la nonna a Caslano con una dozzi...
11.12.2019
Ticino