Svizzera, 25 luglio 2019

Condannati per aver chiamato una madre svizzera "sporca bianca"

Un litigio tra una coppia di cingalesi naturalizzati e una madre di famiglia di Friborgo si è concluso in tribunale. All'origine del diverbio il fatto che i due guidavano sempre ad alta velocità davanti all'abitazione della donna. Lei, stufa del rumore, ha quindi chiesto loro di non più guidare tanto velocemente. In cambio i due l'hanno ricoperta di insulti, insulti per cui sono stati denunciati e infine condannati. La vicenda è stata riferita dal portale romando "libertè".

Tra gli insulti pronunciati, la madre è stata trattata di "sporca bianca" ("sale blanche" in francese). Un termine che il giudice del del distretto della Sarine ha ritenuto di natura razzista. I due sono stati quindi condannati rispettivamente a 30 e 20 aliquote giornaliere, sospese per due anni. A ciò si aggiunge un'indennità di 500 franchi quale risarcimento del danno morale inflitto alla vittima.

Guarda anche 

Svolta epocale negli stadi: vietati anche i “vaffa” da parte delle curve

PARIGI (Francia) – Chi all’interno di uno stadio di calcio non ha mai sentito le curve insultare i tifosi avversari e le squadre rivali con il classico &ldquo...
20.08.2019
Sport

Cantiamo Sottovoce, precursore di Internet e YouTube

Superata con slancio la boa del Cinquantesimo, il Gruppo Cantiamo Sottovoce prosegue il suo cammino alla ricerca del piacere di cantare insiem...
18.08.2019
Ticino

Per Cassis la Svizzera non è una priorità: grazie PLR!

“Non mi sentirete mai dire Switzerland first”. Chi ha pronunciato questa frase? Il manager straniero di una multinazionale? Un soldatino o una soldatina del P...
05.08.2019
Svizzera

Cassis: "Da me non sentirete mai dire che la Svizzera viene per prima"

"Da me non sentirete mai dire Switzerland First": lo afferma il consigliere federale Ignazio Cassis in un intervista pubblicata domenica dal SonntagsBlick, seco...
05.08.2019
Svizzera