Sport, 22 luglio 2019

Ehi Lugano, sei primo in classifica! Che partenza per i bianconeri!

Il 4-0 rifilato allo Zurigo ha mostrato tutte le potenzialità di questa squadra che per una settimana può anche godersi la vetta della classifica

ZURIGO – È vero che dopo una sola giornata, “basta” vincere per ritrovarsi nelle prime posizioni in classifica, ma il primo posto in solitaria di questo Lugano, frutto del clamoroso 4-0 rifilato ieri allo Zurigo, fa davvero bene, fa felici un po’ tutti dalle parti di Cornaredo e mostra che i bianconeri hanno ancora tanti margini di crescita.

“Mi aspetto grandi cose”, si era lasciato sfuggire Angelo Renzetti domenica scorsa al termine della Casinò Lugano Cup disputata contro l’Inter e… è stato immediatamente accontentato da Sabbatini e compagni. Senza Junior? Con Covilo in panchina, insieme a Holender? Nessun problema perché il Lugano ha sempre dato l’impressione di avere in mano la sfida, nonostante un avvio non facilissimo, e vedere il presidente
sorridente e sereno in tribuna è stato sicuramente un bel vedere.

Se fino a pochi mesi fa ci eravamo abituati a vedere grandi prestazioni di squadra spesso sciupate da qualche errore di troppo da parte dei portieri, ora anche quel tassello è andato a incastrarsi in modo perfetto: Baumann, proprio quel Baumann, sembra un altro portiere e dopo le belle parate mostrate contro i nerazzurri di Antonio Conte, l’estremo difensore è stato nuovamente preziosissimo questa volta su Kololli.

Se a tutto questo si aggiungono le triangolazioni ammirate in fase offensiva, la pulizia del gioco in fase arretrata, le verticalizzazioni e il gioco di appoggio degli attaccanti e le reti “alla Del Piero” di Aratore… possiamo dire che questo Lugano ha iniziato proprio col piede giusto.

Guarda anche 

La Svizzera ringrazia l’YB… e quel rinvio col Lugano ora fa meno discutere

BERNA – Battere Cristiano Ronaldo. Superare il Manchester United. Diventare la seconda squadra contro cui il fenomeno portoghese ha sempre e solo perso in carriera,...
15.09.2021
Sport

In fuga dall’Afghanistan e dai Talebani: la nazionale di calcio femminile trova riparo

ISLAMABAD (Pakistan) – In fuga dall’Afghanistan, in fuga dai talebani. In fuga dalle assurde regole che (tra le tante aberrazioni anche più gravi) viet...
16.09.2021
Sport

Clamoroso: in FIFA 22 non ci sarà la Svizzera!

BERNA – C’è sgomento anche in seno alla Federazione svizzera di calcio: la Nazionale rossocrociata, infatti, sarà una delle squadre che non sara...
14.09.2021
Sport

Anche col “Crus” il Lugano continua a convincere

LUGANO – “Senza Maric neanche gioco”. Così aveva parlato nella consueta conferenza stampa pre partita Matti Croci-Torti, alla vigilia della sua p...
13.09.2021
Sport