Sport, 22 luglio 2019

Ehi Lugano, sei primo in classifica! Che partenza per i bianconeri!

Il 4-0 rifilato allo Zurigo ha mostrato tutte le potenzialità di questa squadra che per una settimana può anche godersi la vetta della classifica

ZURIGO – È vero che dopo una sola giornata, “basta” vincere per ritrovarsi nelle prime posizioni in classifica, ma il primo posto in solitaria di questo Lugano, frutto del clamoroso 4-0 rifilato ieri allo Zurigo, fa davvero bene, fa felici un po’ tutti dalle parti di Cornaredo e mostra che i bianconeri hanno ancora tanti margini di crescita.

“Mi aspetto grandi cose”, si era lasciato sfuggire Angelo Renzetti domenica scorsa al termine della Casinò Lugano Cup disputata contro l’Inter e… è stato immediatamente accontentato da Sabbatini e compagni. Senza Junior? Con Covilo in panchina, insieme a Holender? Nessun problema perché il Lugano ha sempre dato l’impressione di avere in mano la sfida, nonostante un avvio non facilissimo, e vedere il presidente sorridente e sereno in tribuna è stato sicuramente un bel vedere.

Se fino a pochi mesi fa ci eravamo abituati a vedere grandi prestazioni di squadra spesso sciupate da qualche errore di troppo da parte dei portieri, ora anche quel tassello è andato a incastrarsi in modo perfetto: Baumann, proprio quel Baumann, sembra un altro portiere e dopo le belle parate mostrate contro i nerazzurri di Antonio Conte, l’estremo difensore è stato nuovamente preziosissimo questa volta su Kololli.

Se a tutto questo si aggiungono le triangolazioni ammirate in fase offensiva, la pulizia del gioco in fase arretrata, le verticalizzazioni e il gioco di appoggio degli attaccanti e le reti “alla Del Piero” di Aratore… possiamo dire che questo Lugano ha iniziato proprio col piede giusto.

Guarda anche 

Svolta epocale negli stadi: vietati anche i “vaffa” da parte delle curve

PARIGI (Francia) – Chi all’interno di uno stadio di calcio non ha mai sentito le curve insultare i tifosi avversari e le squadre rivali con il classico &ldquo...
20.08.2019
Sport

Sfide stellari e incroci da capogiro: ecco le insidie europee del Lugano

LUGANO – Mancano ancora i playoff, mancano 10 giorni al sorteggio che si terrà a Montecarlo il prossimo 30 agosto alle 13, mancano ancora le ultime 21 qualif...
20.08.2019
Sport

Riconoscimento facciale negli stadi: la Svizzera ha detto “no” a Gobbi, ma in Inghilterra c’è chi ci pensa

MANCHESTER (Gbr) – Poco più di un mese fa, in Svizzera, l’obbligo del riconoscimento facciale per gli stadi di disco su ghiaccio è stato bocciat...
20.08.2019
Sport

20 sconfitte di fila con lui in campo: che disastro per Grealish

BIRMINGHAM (Gbr) – È vero che nel calcio si può vincere ma anche perdere, ma quando si esagera… entra in ballo anche la cabala. Provate a doman...
19.08.2019
Sport