Svizzera, 18 luglio 2019

Dei corsi di nuoto per i richiedenti l'asilo per far diminuire gli annegamenti

Quasi la metà delle vittime di annegamento in Svizzera sono di origine straniera. Nel 2018 sono state 37 persone a perdere la vita l'anno scorso in laghi e corsi d'acqua svizzeri. Di fronte a questa situazione, dalla scorsa estate il cantone di Ginevra offre ai richiedenti l'asilo la possibilità di svolgere un corso di nuoto. E, come si vede in un servizio della RTS, sono molti, per lo più giovani, i richiedenti l'asilo che sfruttano questo possibilità. La maggior parte degli asilanti proviene dal centro di Etoile, nel comune di Carouge..

Responsabile degli impianti sportivi della città, Sophie Lambert assiste i migranti nelle loro lezioni di nuoto per un'ora ogni martedì durante la stagione estiva. [...] "La presenza della signora mi trasmette sicurezza" racconta Ange, una richiedente ivoriana che fa parte dei beneficiari di questo corso. "Vado in acqua senza paura come invece è successo la prima volta". Secondo la RTS queste lezioni di nuoto sarebbero "una vera ancora di salvezza" per coloro che vi partecipano. C'è chi partecipa a causa di brutte esperienze nel passato. "Quando sono andato a fare il bagno la prima volta, sono quasi annegato nella piscina. Fortunatamente, sono stato salvato. Quindi mi rende molto felice imparare a nuotare per la prossima volta" racconta un altro richiedente presente.

Lambert spera che l'iniziativa possa essere emulata anche altrove in Svizzera. Secondo lei, questi corsi sono anche un modo per integrare i giovani alla ricerca di un legame sociale.

Guarda anche 

Cantiamo Sottovoce, precursore di Internet e YouTube

Superata con slancio la boa del Cinquantesimo, il Gruppo Cantiamo Sottovoce prosegue il suo cammino alla ricerca del piacere di cantare insiem...
18.08.2019
Ticino

Per Cassis la Svizzera non è una priorità: grazie PLR!

“Non mi sentirete mai dire Switzerland first”. Chi ha pronunciato questa frase? Il manager straniero di una multinazionale? Un soldatino o una soldatina del P...
05.08.2019
Svizzera

Cassis: "Da me non sentirete mai dire che la Svizzera viene per prima"

"Da me non sentirete mai dire Switzerland First": lo afferma il consigliere federale Ignazio Cassis in un intervista pubblicata domenica dal SonntagsBlick, seco...
05.08.2019
Svizzera

Il marito della "zingaraccia" che ha minacciato Salvini: "Ho rubato sì, ma agli svizzeri"

"A Salvini andrebbe tirato un proiettile in testa" è il proposito poco amichevole, ripreso da "Il Giornale", di una zingara residente in Italia...
04.08.2019
Mondo