Svizzera, 18 luglio 2019

Dei corsi di nuoto per i richiedenti l'asilo per far diminuire gli annegamenti

Quasi la metà delle vittime di annegamento in Svizzera sono di origine straniera. Nel 2018 sono state 37 persone a perdere la vita l'anno scorso in laghi e corsi d'acqua svizzeri. Di fronte a questa situazione, dalla scorsa estate il cantone di Ginevra offre ai richiedenti l'asilo la possibilità di svolgere un corso di nuoto. E, come si vede in un servizio della RTS, sono molti, per lo più giovani, i richiedenti l'asilo che sfruttano questo possibilità. La maggior parte degli asilanti proviene dal centro di Etoile, nel comune di Carouge..

Responsabile degli impianti sportivi della città, Sophie Lambert assiste i migranti nelle loro lezioni di nuoto per un'ora ogni martedì durante la stagione estiva. [...] "La presenza della signora mi trasmette sicurezza" racconta Ange, una richiedente ivoriana che fa parte dei beneficiari di questo corso. "Vado in acqua senza paura come invece è successo la prima volta". Secondo la RTS queste lezioni di nuoto sarebbero "una vera ancora di salvezza" per coloro che vi partecipano. C'è chi partecipa a causa di brutte esperienze nel passato. "Quando sono andato a fare il bagno la prima volta, sono quasi annegato nella piscina. Fortunatamente, sono stato salvato. Quindi mi rende molto felice imparare a nuotare per la prossima volta" racconta un altro richiedente presente.

Lambert spera che l'iniziativa possa essere emulata anche altrove in Svizzera. Secondo lei, questi corsi sono anche un modo per integrare i giovani alla ricerca di un legame sociale.

Guarda anche 

Michele Moor: Per un voto utile

“Anche se la politica non t’ interessa, è la politica che s’interessa a te”. Questa frase, che alcuni attribuiscono al fu presidente ame...
16.10.2019
Opinioni

Michele Moor: Per una Svizzera sicura

Nello spazio di pochi giorni siamo venuti a conoscenza di tre, differenti episodi che ci parlano del rischio di diffusione dell’estremismo islamico nel nostro Pa...
15.10.2019
Opinioni

La professoressa di diritto: "La Guardia Pontificia non rispecchia la Svizzera moderna perchè discrimina le donne"

La Guardia Svizzera Pontificia disporrà a breve di una nuova caserma. Costo dell'operazione: 55 milioni di franchi e per quanto riguarda il numero di uomini su...
15.10.2019
Svizzera

Mancanza di personale, le FFS devono cancellare treni e offire bus sostitutivi

A causa della carenza di macchinisti, questo fine settimana le FFS hanno bloccato tutto il giorno il traffico ferroviario su una linea secondaria che collega Olten (SO) a...
14.10.2019
Svizzera