Sport, 16 luglio 2019

Baumann-Rodriguez: il Lugano può davvero sorridere

Il portiere e il centrocampista offensivo nella sfida contro l’Inter hanno mostrato di aver messo da parte i problemi dello scorso anno e di essersi inserito alla grande nell’organico di Celestini

LUGANO – Mancanza di cattiveria, questo ha sottolineato domenica a fine partita Fabio Celestini. Gambe pesanti, ma fiducia in vista di Zurigo: questa è stata la sintesi proposta da Maric dopo la sconfitta incamerata per 1-2 contro l’Inter nella Casinò Lugano Cup. Ma il Lugano può sorridere per alcune cose interessanti viste sul campo da gioco.

Il migliore in campo è stato sicuramente Rodriguez, consacrato anche dall’allenatore al termine della partita. Ottime triangolazioni, belle sovrapposizioni, visione di gioco e ottimi dialoghi ora con Bottani, ora con Gerndt ora con Aratore  (anche lui nel primo tempo contro i nerazzurri si è messo in mostra). L’ex Lucerna, fratello del rossonero Ricardo, ha mostrato di avere le idee chiare e anche il fiuto del gol… chiedere per informazioni al Chiasso e all’Ingolstadt. Se il buongiorno si vede dal mattino, allora ci si può attendere molto dal 24enne.

Chi ha raccolto applausi e buone indicazioni è stato Noam Baumann… proprio quel Baumann che fino all’anno scorso faceva tremare i tifosi bianconeri che guardavano con timore ogni pallone che si avvicinava alla porta difesa dall’ex Wil. E invece, come già mostrato sul finale della stagione da poco conclusa, contro l’Inter – fatta eccezione per il goffo intervento in occasione della rete annullata a De Vrij – l’estremo difensore è salito agli onori della cronaca per un paio di ottimi interventi (su Perisic e Gagliardini) che hanno evitato al Lugano di incamerare un passivo peggiore.

In questo caso, giusto sottolineare i passi avanti fatti, ma restiamo in attesa di conferme. Ma se fosse questo il vero Baumann, il presidente Renzetti – che lo volle fortemente alla sua corte – avrebbe usato al meglio le sue abilità tra i pali e le sue conoscenze per fare centro.

Guarda anche 

FC Lugano: l’obiettivo è Kamer Qaka. Ma Tramezzani…

LUGANO – È un momento intenso in casa FC Lugano: con la salvezza acquisita, col campionato 2020/21 che è ormai alle porte, c’è da allesti...
11.08.2020
Sport

Renzetti: “La salvezza? L’Europa era alla portata. 1'000 spettatori agli stadi? Tutti nella stessa barca… ma chi ci aiuta?”

LUGANO – Non c’è davvero mai tempo di annoiarsi in Svizzera col campionato di Super League: archiviato poche ore fa lo spareggio promozione/relegazione...
11.08.2020
Sport

Casinò Lugano: fortunella vince oltre 250'000 CHF

Le slot delle Mongolfiere volano alto con il jackpot Mega che dopo cinque mesi regala tanta felicità a una fortunata vincitrice che ha por...
03.08.2020
Ticino

Tanto coraggio e una gemma: una vittoria fondamentale per un Lugano che deve ancora correre

LUGANO – Dopo 4 pareggi consecutivi, di cui alcuni rocamboleschi e da mangiarsi le mani, il Lugano ieri sera a Cornaredo è tornato a conquistare quei 3 impor...
23.07.2020
Sport