Sport, 16 luglio 2019

Baumann-Rodriguez: il Lugano può davvero sorridere

Il portiere e il centrocampista offensivo nella sfida contro l’Inter hanno mostrato di aver messo da parte i problemi dello scorso anno e di essersi inserito alla grande nell’organico di Celestini

LUGANO – Mancanza di cattiveria, questo ha sottolineato domenica a fine partita Fabio Celestini. Gambe pesanti, ma fiducia in vista di Zurigo: questa è stata la sintesi proposta da Maric dopo la sconfitta incamerata per 1-2 contro l’Inter nella Casinò Lugano Cup. Ma il Lugano può sorridere per alcune cose interessanti viste sul campo da gioco.

Il migliore in campo è stato sicuramente Rodriguez, consacrato anche dall’allenatore al termine della partita. Ottime triangolazioni, belle sovrapposizioni, visione di gioco e ottimi dialoghi ora con Bottani, ora con Gerndt ora con Aratore  (anche lui nel primo tempo contro i nerazzurri si è messo in mostra). L’ex Lucerna, fratello del rossonero Ricardo, ha mostrato di avere le idee chiare e anche il fiuto del gol… chiedere per informazioni al Chiasso e all’Ingolstadt. Se il buongiorno si vede dal mattino, allora ci si può attendere molto dal 24enne.

Chi ha raccolto applausi e buone indicazioni è stato Noam Baumann… proprio quel Baumann che fino all’anno scorso faceva tremare i tifosi bianconeri che guardavano con timore ogni pallone che si avvicinava alla porta difesa dall’ex Wil. E invece, come già mostrato sul finale della stagione da poco conclusa, contro l’Inter – fatta eccezione per il goffo intervento in occasione della rete annullata a De Vrij – l’estremo difensore è salito agli onori della cronaca per un paio di ottimi interventi (su Perisic e Gagliardini) che hanno evitato al Lugano di incamerare un passivo peggiore.

In questo caso, giusto sottolineare i passi avanti fatti, ma restiamo in attesa di conferme. Ma se fosse questo il vero Baumann, il presidente Renzetti – che lo volle fortemente alla sua corte – avrebbe usato al meglio le sue abilità tra i pali e le sue conoscenze per fare centro.

Guarda anche 

“A Bellinzona per avere lo stesso successo avuto a Lugano”: parla Bentancur

BELLINZONA – Il campionato dell’ACB è già iniziato e c’è già stata la prima svolta: in panchina non c’è pi&ugra...
22.08.2019
Sport

Sfide stellari e incroci da capogiro: ecco le insidie europee del Lugano

LUGANO – Mancano ancora i playoff, mancano 10 giorni al sorteggio che si terrà a Montecarlo il prossimo 30 agosto alle 13, mancano ancora le ultime 21 qualif...
20.08.2019
Sport

Riconoscimento facciale negli stadi: la Svizzera ha detto “no” a Gobbi, ma in Inghilterra c’è chi ci pensa

MANCHESTER (Gbr) – Poco più di un mese fa, in Svizzera, l’obbligo del riconoscimento facciale per gli stadi di disco su ghiaccio è stato bocciat...
20.08.2019
Sport

Casinò Lugano: dopo un luglio spettacolare a settembre ancora tante novità!

Da luglio all'interno del Casinò Lugano si possono trovare 18 jackpot attivi, l'ultimo arrivato il Jackpot Duncing Drums, che con la slot Pink Panther disp...
05.08.2019
Ticino