Sport, 09 luglio 2019

Icardi dice “Lugano”. L’Inter non vede l’ora di sblolognarlo

Domenica con l’arrivo dei nerazzurri è arrivato sulle rive del Ceresio anche il numero 9 che è ufficialmente sul mercato: lui in attesa del futuro prossimo omaggia la città su Instagram

LUGANO – Un vero e proprio bunker, con guardie in ogni dove, ad ogni angolo che rendono inaccessibile tanto Villa Sassa quanto Cornaredo. Più che un ritiro, quello dell’Inter, sembra un campo di preparazione a una missione speciale. Un vero e proprio condottiero prima, con la fascia sul braccio e con l’onere di trascinare la squadra, ma ora più che un giocatore sembra un rinnegato e un separato in casa: il declino in maglia nerazzurra di Mauro Icardi sembra inesorabile.

L’argentino – così come Nainggolan – è stato messo ufficialmente sul mercato da Antonio Conte e ora in casa Inter si attende di capire quali saranno le offerte che arriveranno nelle prossime settimane. Ma nonostante tutto a Lugano è giunto anche Mauro Icardi che si sta regolarmente allenando: di immagini ce ne sono poche, quasi nessuna, se non quelle che lo stesso numero 9 pubblica sul suo profilo Instagram.

Quel social che spesso gli è costato molto caro, anche “grazie” alle parole e alle foto della moglie Wanda Nara, quel social che Maurito ha usato per sottolineare a gran voce la sua presenza nelle fila nerazzurre e la sua presenza a Lugano: una scritta in giallo su sfondo nero (quasi a inneggiare e a omaggiare i colori che vengono usati anche dall’HC Lugano sul proprio merchandising) fa infatti capolino sul suo profilo.

Una pubblicità mica da poco quella dell’ormai ex capitano dell’Inter…

Guarda anche 

Umiliato e ridicolizzato: in casa Lugano il futuro è tutto un rebus

LOSANNA – C’era una volta il Lugano che divertiva e che si divertiva. C’era una volta il Lugano che dettava il suo gioco contro chiunque e che era capac...
15.09.2019
Sport

Minacce di morte, fumogeni e imbrattamenti: ecco la manifestazione dei "molinari"

Erano alcune centinaia i manifestanti che questo pomeriggio hanno sfilato per le strade di Lugano. "Autogestione, contro ogni oppressione", "AutodeterminAz...
14.09.2019
Ticino

La sera prima della partita niente ritiro: giocatori col braccialetto elettronico!

LISBONA (Portogallo) – Secondo in classifica, alla pari del Porto, e a -3 dalla rivelazione Famaliçao, ma in casa Benfica quella sconfitta subita ad agosto c...
15.09.2019
Sport

6617 giorni dopo la Champions a Cornaredo: viva il calcio femminile

LUGANO – 6617 giorni. 945 settimane e 2 giorni. 217 mesi e 12 giorni. 18 anni e 43 giorni. Ecco quanto è trascorso dall’ultima volta che le note della ...
13.09.2019
Sport