Svizzera, 13 giugno 2019

Vandalizzata la Ems-Chemie di Martullo-Blocher

Ignoti hanno imbrattato di vernice rossa l'ingresso degli uffici della Ems-Chemie a Männedorf (ZH) nella notte tra martedì e mercoledì. La compagnia attribuisce questa azione a un gruppo di donne scioperanti. È stata presentata una denuncia contro ignoti per danni alla proprietà.

"Vari media hanno falsamente citato Magdalena Martullo-Blocher in connessione con lo sciopero femminile", scrive il gruppo in un comunicato diffuso mercoledì. "Uno sciopero comporterebbe la rescissione del contratto collettivo di lavoro", avevano scritto i media, interpretando una frase espressa dalla consigliere nazionale Udc, e direttrice di Ems-Chemie, l'11 maggio al settimanale “Schweiz am Wochenende”.

Nel comunicato di mercoledì si denuncia invece questa interpretazione, sostenendo che Magdalena Martullo-Blocher avrebbe detto al settimanale che i dipendenti potevano "prendere parte naturalmente allo sciopero delle donne durante le loro ferie o nel loro orario di lavoro annuale". "Tuttavia, secondo l'accordo collettivo, i sindacati sono generalmente tenuti a non condurre azioni di mobilitazione per scioperi in azienda".


Guarda anche 

Martullo-Blocher chiede misure punitive all'UE

La consigliera nazionale dell'UDC Magdalena Martullo-Blocher sostiene che la Svizzera dovrebbe minacciare sanzioni contro l'Unione europea (UE). Secondo lei,...
12.07.2018
Svizzera