Sport, 07 giugno 2019

Sempre presente allo stadio dagli anni ’50 nonostante la cecità: il club mette una sua statua nel suo posto

Il Valencia ha omaggiato il suo tifoso più fedele che è scomparso due anni fa

VALENCIA (Spagna) – Stessa ora, stesso posto, stesso stadio: parafrasando la famosa canzone degli 883, potremmo descrivere in questo modo l’attaccamento e l’amore che un tifoso del Valencia ha dimostrato verso il suo club del cuore che ha dedicato la sua vita alla squadra, rinnovando fin dagli anni ’50 l’abbonamento in tribuna centrale al Mestalla. Fila 15, posto 164, questo era quello di Vicente Navarro Aparicio.

Il tutto nonostante una malattia che lo ha reso cieco: sempre presente nonostante non potesse vedere la partita, per amore del Valencia e delle emozioni che il Mestalla gli faceva provare.

Ora il club ha deciso di ricordare il suo tifoso morto 2 anni fa, costruendo nell’anno del centenario una statua in suo onore sul suo posto.

Guarda anche 

Svizzera, l’hockey riempie il cuore: per calcio e tennis non c’è gloria

LUGANO – Che l’hockey fosse lo sport nazionale per antonomasia lo si sapeva, che per gli altri sport non ci fosse praticamente storia, però era diffici...
04.08.2019
Sport

L’ex Lugano Mariani “trova l’America”… a Dubai

DUBAI (Emirati Arabi Uniti) – Due anni vissuti con la maglia del Lugano sulle spalle, due anni contraddistinti da 13 reti in bianconero e 16 assist in campionato, D...
01.08.2019
Sport

SONDAGGIO – 1° Agosto, orgoglio svizzero: quale nazionale vi rende più fieri?

LUGANO – Oggi, 1° agosto, non è una data come altre per la Svizzera, per gli amanti del nostro Paese, per tutti noi che abbiamo la bandiera rossocrociata...
01.08.2019
Sport

Sabbatini applaude il suo Lugano: “Ho visto cose bellissime, siamo rimasti sempre lucidi”

LUGANO – Vittoria sfumata o pareggio da tenere stretto in ottica campionato? È un po’ la domanda che i tifosi del Lugano si stanno ponendo da ieri, dop...
29.07.2019
Sport