Sport, 23 maggio 2019

Sala e quel sms che ora ha un gusto amaro: “Non voglio andare a Cardiff, a nessuno importa di me”

Il compianto calciatore si era così sfogato con un amico: “Al Nantes interessano solo i soldi, ma il progetto non mi attrae”

NANTES (Francia) – Sono passati ormai 4 mesi dalla tragica morte di Emiliano Sala che perì durante il volo che lo portava da Nantes a Cardiff, dove avrebbe continuato la sua carriera calcistica. Dopo quattro mesi, appunto, ecco un nuovo retroscena sulla sua vicenda.

Il 6 gennaio 2019, l’argentino via Whatsapp si è sfogato con un suo amico su quanto stava accadendo: “Vogliono vendermi. C’è stata l’offerta del Cardiff, hanno negoziato per tanti soldi. Loro vogliono vendermi. Mi offrono un buon contratto, ma a livello di progetto sportivo non è interessante per me – è quanto emerge dal documentario “L’Equipe Enquete – Nonostante tutto vogliono che vada lì. Non mi spaventa andarci e combattere, ma Meissa (il suo agente, ndr) deve trovarmi qualcosa di meglio. Lui ha rifiutato il Cardiff perché pensa che meriti qualcosa di meglio e il mercato può offrirmelo”.

La trattativa, inoltre, aveva irritato lo sfortunato calciatore: “Non voglio parlare con Kita (dg del Nantes e figlio del presidente, ndr) personalmente, lui non mi piace. Vuole vendermi per fare soldi e non me l’ha neanche chiesto, gli importa solo del denaro. A nessuno importa ciò che voglio: devo sottomettermi, non è facile. Nessuno si mette nei miei panni, a nessuno interessa niente di me”.

Guarda anche 

L’FC Lugano calma le acque: “Migliorano le condizioni di Renzetti”

LUGANO – Dopo le dichiarazioni rilasciate al “Blick” dal diretto interessato, l’FC Lugano ha rilasciato un comunicato in merito alle condizioni di...
25.10.2020
Sport

Renzetti spaventa tutti: “Non riuscivo a camminare. Dovevo appoggiarmi al muro: mi hanno ricoverato”

LUGANO – Lunedì 12 ottobre l’FC Lugano ha comunicato che il presidente Angelo Renzetti era risultato positivo al coronavirus. Dopo quella notizia si &e...
25.10.2020
Sport

L’ex Arno Rossini analizza la situazione in casa ACB

BELLINZONA - Arno Rossini è granata DOC. Dopo aver seguito tutta la trafila nel settore giovanile, nel 1976 è approdato in prima squadra (“&...
26.10.2020
Sport

Lugano pazzesco: cade la capolista

LUGANO - Dati e numeri che autorizzano a sognare o quanto meno a…fantasticare. Il Lugano batte la capolista San Gallo (1-0, rete di Lavanc...
25.10.2020
Sport