Sport, 23 maggio 2019

Sala e quel sms che ora ha un gusto amaro: “Non voglio andare a Cardiff, a nessuno importa di me”

Il compianto calciatore si era così sfogato con un amico: “Al Nantes interessano solo i soldi, ma il progetto non mi attrae”

NANTES (Francia) – Sono passati ormai 4 mesi dalla tragica morte di Emiliano Sala che perì durante il volo che lo portava da Nantes a Cardiff, dove avrebbe continuato la sua carriera calcistica. Dopo quattro mesi, appunto, ecco un nuovo retroscena sulla sua vicenda.

Il 6 gennaio 2019, l’argentino via Whatsapp si è sfogato con un suo amico su quanto stava accadendo: “Vogliono vendermi. C’è stata l’offerta del Cardiff, hanno negoziato per tanti soldi. Loro vogliono vendermi. Mi offrono un buon contratto, ma a livello di progetto sportivo non è interessante per me – è quanto emerge dal documentario “L’Equipe Enquete – Nonostante tutto vogliono che vada lì. Non mi spaventa andarci e combattere, ma Meissa (il suo agente, ndr) deve trovarmi qualcosa di meglio. Lui ha rifiutato il Cardiff perché pensa che meriti qualcosa di meglio e il mercato può offrirmelo”.

La trattativa, inoltre, aveva irritato lo sfortunato calciatore: “Non voglio parlare con Kita (dg del Nantes e figlio del presidente, ndr) personalmente, lui non mi piace. Vuole vendermi per fare soldi e non me l’ha neanche chiesto, gli importa solo del denaro. A nessuno importa ciò che voglio: devo sottomettermi, non è facile. Nessuno si mette nei miei panni, a nessuno interessa niente di me”.

Guarda anche 

VIDEO – Il CR7 che non ti aspetti: in lacrime in tv. “Mio padre non ha visto cosa sono diventato”

LONDRA (Gbr) – Tenero e affettuoso con i figli e la famiglia. Glaciale e combattivo sul campo. Siamo abituati a vederlo così, oltre che vincente, Cristiano R...
16.09.2019
Sport

Livio Bordoli: "Lo sport? Eliminerei quelli violenti e diseducativi"

LUGANO - Calcisticamente parlando Livio Bordoli non si è fatto mancare nulla. Ha giocato nel Bellinzona, nel Locarno e nel Chiasso, ha diretto, oltre alle squ...
17.09.2019
Sport

Umiliato e ridicolizzato: in casa Lugano il futuro è tutto un rebus

LOSANNA – C’era una volta il Lugano che divertiva e che si divertiva. C’era una volta il Lugano che dettava il suo gioco contro chiunque e che era capac...
15.09.2019
Sport

La sera prima della partita niente ritiro: giocatori col braccialetto elettronico!

LISBONA (Portogallo) – Secondo in classifica, alla pari del Porto, e a -3 dalla rivelazione Famaliçao, ma in casa Benfica quella sconfitta subita ad agosto c...
15.09.2019
Sport