Svizzera, 16 maggio 2019

“Swiss stop islamization award”, al via la seconda edizione

E’ partita in questi giorni l’organizzazione della seconda edizione del premio nazionale
intitolato “Swiss Stop Islamization Award” ideato dal movimento politico “Il Guastafeste”
allo scopo di attribuire il giusto riconoscimento alle persone che, a volte a rischio della loro
vita e spesso fra l’indifferenza generale, lottano contro l’islamizzazione del nostro Paese.

L’obiettivo dello “Swiss Stop Islamization Award”, dedicato alla memoria di Oriana Fallaci,
è quello di attribuire ogni anno il premio a tre persone che – nella Svizzera italiana, in
quella francese e in quella tedesca ( o nei Paesi confinanti con la Svizzera) – si sono
distinte per la loro coraggiosa attività contro l’islamizzazione e contro la radicalizzazione
dei musulmani. Lo scopo è quello di sostenere finanziariamente i vincitori con una somma
di 2'000 franchi ciascuno.

Ricordiamo che la prima edizione dello “Swiss Stop Islamization Award” era stata vinta lo
scorso anno da Lorenzo Quadri, Mireille Vallette e Walter Wobmann (con le
motivazioni riportate nell’articolo pubblicato sul sito www.ilguastafeste.ch il 29 novembre
2018).

Per il finanziamento della seconda edizione, la cui premiazione è prevista durante l’estate,
è stata lanciata una raccolta di fondi. L’obiettivo è di raccogliere 6'000 franchi e, come
già lo scorso anno, il Guastafeste conta dunque sulla generosità dei lettori del Mattino
della domenica e del Mattinonline per garantire il successo a questa importante iniziativa
in barba al prevedibile boicottaggio della stampa mainstream locale (che già lo scorso
anno aveva ignorato questa manifestazione nazionale partita dal Ticino, al contrario della
stampa d’oltre Gottardo).

Invito dunque tutti coloro che sono preoccupati per l’islamizzazione della Svizzera e
dell’Europa a sostenere questa iniziativa versando un contributo sul conto corrente postale
intestato al movimento “Il Guastafeste” di Losone : N° 65-67871-6 ( N° IBAN : CH62 0900
0000 6506 7871 6), oppure richiedendo una polizza di versamento al sottoscritto con un
messaggio email (ilguastafeste@bluewin.ch) o per telefono ( 091/7921054) .

Per la seconda edizione del premio sono in lizza anche alcune personalità d’oltre frontiera
la cui attività e le cui opere sono ben note anche in Svizzera. Il premio è dunque
diventato internazionale. In totale i “nominati” sono 12.

Per la regione linguistica italiana sono in lizza (in ordine alfabetico) : Magdi Cristiano
Allam (Italia), Boris Bignasca, Iris Canonica, Eros Mellini e Stefano Piazza; per quella
di lingua francese : il prof. Sami Aldeeb, Pierre Cassen (Francia) , Dominique
Schwander e Uli Windisch, e per quella di lingua tedesca : Hamed Abdel-Samad
(Germania), Alain Jean-Mairet e Thilo Sarrazin (Germania) .

Una breve presentazione dei “nominati” è pubblicata sul sito www.ilguastafeste.ch.

Giorgio Ghiringhelli


Guarda anche 

In Austria vietato indossare il velo islamico nelle scuole elementari

In Austria sarà vietato indossare "copricapi a carattere religioso" nella scuola elementare sotto pena di una multa di 440 euro, secondo una legge adotta...
18.05.2019
Mondo

Un presunto capo dell'ISIS si trova in carcere in Svizzera

Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) sta indagando su un uomo sospettato di avere ricoperto una posizione di primo piano nello Stato islamico (ISIS). Questa p...
16.05.2019
Svizzera

Rifugiato con tre mogli, 14 figli e nessun lavoro: “Non vedo l'ora che diventiamo tedeschi”

Abboud Sweid è un rifugiato siriano che ha ottenuto asilo in Germania nel 2015. Ha tre mogli e 13 figli, che presto saranno 14. Dal momento che non lavora, lo stat...
13.05.2019
Mondo

Aveva combattuto contro l'ISIS in Iraq, assolto uno svizzero

Si era unito alle milizie curde che combattevano l'ISIS e ,nonostante il divieto per cittadini svizzeri di prestare servizio per eserciti stranieri, non sarà c...
13.05.2019
Svizzera