Svizzera, 13 maggio 2019

La riforma fiscale e l'AVS finiranno (probabilmente) al Tribunale federale

Un gruppo di oppositori alla riforma fiscale e al finanziamento dell'AVS in votazione il prossimo 19 maggio sono pronti a presentare ricorso in caso uscisse un "si" dalle urne. Basandosi su un documento dell'Ufficio di giustizia, invocano una violazione dell'unità di materia.

Con questo pacchetto, i cittadini hanno la possibilità di "approvare i due oggetti o rifiutarli insieme", ha detto domenica alla RTS l'avvocato Pierre Chiffelle, ex consigliere valdese socialista che rappresenta il Partito dei Lavoratori popolare (POP) vodese.

L'Ufficio federale di giustizia (UFG) ha riferito il 31 maggio 2018 ad una commissione del Consiglio degli Stati che i due oggetti riguardano aree differenti e che il "rapporto tra i due non è evidente”. Più avanti nel testo, aggiunge che collegare "le nuove norme sulla tassazione delle società con quelle sul finanziamento dell'AVS è, senza dubbio, un caso limite". È su questa posizione che si basa Pierre Chiffelle per spiegare il suo ricorso.

I fautori della riforma, da parte loro, potrebbero anch'essi fare affidamento
sul documento dell'UFG per difendere il loro punto di vista, come ha fatto il consigliere federale Ueli Maurer. "L'Ufficio federale di giustizia ha riscontrato che l'unità del soggetto non era pregiudicata", ha dichiarato il ministro delle finanze al momento del lancio del progetto nel febbraio 2019.

Il testo stabilisce che "l'idea di una compensazione sociale in relazione a un progetto di voto è (...) non estranea al Tribunale federale". E per sottolineare che "bisogna tenere conto del fatto che gli oggetti in votazione derivano dalla ricerca di compromessi politicamente fattibili e che questa specifica funzione del legislatore deve pesare sul bilancio". L'UFG conclude che un tale argomento "sarebbe generalmente difendibile".

In caso di un sì alla riforma fiscale e al finanziamento dell'AVS domenica, il ricorso dovrà essere presentato entro tre giorni dalla pubblicazione dei risultati nel foglio ufficiale del cantone. Il cantone in questione avrà poi 10 giorni per decidere, quindi i ricorrenti potranno nuovamente appellarsi al Tribunale federale, spiega sempre la RTS.

Guarda anche 

Licenziare un lavoratore in malattia non è per forza illegale, secondo il Tribunale federale

Il Tribunale Federale (TF) ha recentemente preso una decisione che, in alcuni casi, pregiudica la tutela dei dipendenti contro il licenziamento durante il congedo per mal...
09.06.2024
Svizzera

“Sì, era rigore”. Ma come si fa ad accettarlo in epoca VAR?

LUGANO – Ormai qualche giorno è passato, quel gusto amaro della sconfitta, della beffa, dell’occasione mancata è iniziato a passare. In casa Lug...
04.06.2024
Sport

Il triste e immeritato “addio” del Sabba

LUGANO – Il giorno dopo si ragiona meglio, a mente fredda, con meno crampi alla pancia ma con qualche pensiero in più. Non per forza più lucido, ma si...
03.06.2024
Sport

Quando il “come” fa più male della sconfitta

LUGANO – Nello sport, e nel calcio in particolare, le frasi fatte, le frasi retoriche spesso e volentieri si sprecano. Si dice, quando si perde, che “si esce ...
03.06.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto