Mondo, 09 maggio 2019

Ragazza stuprata a Bolzano mentre ritorna da scuola, fermati due immigrati

Una 16enne italiana è stata stuprata mentre stava tornando a scuola, a Bolzano lungo il fiume Talvera. Due uomini l'hanno bloccata e hanno abusato a lungo di lei e poi si sono dati alla fuga facendo perdere le proprie tracce. Tuttavia, come riferito dal Corriere del Veneto che riporta la vicenda, la polizia è riuscita a isolare il dna degli aggressori e si è messa sulle tracce di due 20enni nigeriani che vivono sotto i ponti della città.

Lo stupro della ragazzina risale a lunedì scorso, In un primo momento le ricerche si sono concentrate su due ventenni nigeriani, i quali sono stati fermati mercoledì, dopo esser stati interrogati dalla polizia. Gli inquirenti non avrebbero per il momento gli elementi sufficienti che facciano pensare a un loro coinvolgimento. La violenza è avvenuta lunedì pomeriggio mentre la ragazza tornava a casa da scuola in bicicletta. Mentre percorreva la pista ciclabile un uomo con i capelli rasta l'avrebbe colpita al volto. Un altro, invece, l’avrebbe trascinata verso la sponda del fiume, dove è avvenuta la violenza.

La giovane è stata strattonata e spinta in mezzo alla vegetazione che costeggia il fiume, dove hanno abusato di lei. In seguito i due aggressori si sono allontanati lasciando la ragazza quasi incosciente. Quando la giovane ha ripreso i sensi si è trascinata fino al sentiero dove è stata soccorsa da alcuni passanti che hanno chiamato i soccorsi e le forze dell’ordine.

Pur essendo rimasta fortemente traumatizzata, la giovane ha trovato la forza di raccontare tutto. La ragazza è stata sentita dalla polizia insieme a una psicologa delle forze dell'ordine in modo da cercare di raccogliere elementi utili all’indagine. La polizia, riferisce sempre il portale veneto, ha già qualche traccia.  

Guarda anche 

Maschera di Dalì e mitra in mano: erano due minorenni che giocavano a spaventare i passanti

ORBETELLO (Italia) – “La Casa di Carta” è ormai diventato un must un po’ per gli utilizzatori di Netflix di tutte le età, ma evident...
14.09.2021
Magazine

Chi si rivede: la Nazionale torna a Lugano

LUGANO – A distanza di 3 anni la Svizzera tornerà a Lugano. Questa volta non con Vladimir Petkovic in panchina, ma con Murat Yakin, e lo farà in vista...
07.09.2021
Sport

Rifugiato afghano ferisce gravemente una giardiniera a Berlino, "infastidito nel vedere una donna lavorare"

Un rifugiato afghano ha aggredito sabato una donna che stava lavorando in un parco di Berlino. Secondo quanto riferito, l'uomo era infastidito dal fatto che una donna...
06.09.2021
Mondo

Saracinesca Sommer: Qatar 2022 è nelle nostre mani

BASILEA – Dici Svizzera-Italia e, specie in Ticino, ti si drizzano le orecchie. Tornano alla mente tante sfide importanti per i colori rossocrociati e, uscendo dall...
06.09.2021
Svizzera