Svizzera, 08 maggio 2019

Presto l'abbonamento generale costerà più di 4'000 franchi?

Dopo anni senza un aumento dei prezzi generalizzato nel settore dei trasporti pubblici, i viaggiatori potrebbero subire un duro colpo nel 2021. Le aziende del settore stanno infatti prendendo in considerazione alzando gli abbonamenti generali dei prezzi e rimuovere le carte giornaliere a disposizione dei comuni.

Rispetto al resto dell'offerta di trasporto pubblico, il prezzo dell'abbonamento generale è relativamente basso, giudicano le FFS. Di conseguenza, il rapporto qualità-prezzo è troppo favorevole, è scritto in un documento interno ch-Direct, la comunità tariffaria che comprende 250 aziende di trasporto pubblico.

Pubblicato mercoledì dalla rivista "Beobachter", il documento datato 6 marzo è stato parzialmente consultato da Keystone-ATS e ripreso dai media svizzeri. La portavoce Ch-diretta Sabine Krähenbühl ha detto all'agenzia che si tratta solo di una "raccolta di idee". Un comitato direttivo con rappresentanti delle FFS, AutoPostale, BLS e altri vettori regionali ne discuterà presto. "Nulla è deciso formalmente", ha detto
Krähenbühl.

L'abbonamento generale (AG) in particolare sembra essere nel mirino. Secondo il documento, potrebbe subire un rincaro del 10% a dicembre del 2021. Invece di 3860 franchi, costerebbe 4250 franchi all'anno in 2 ° classe.

Inoltre, gli studenti sopra i 25 anni che hanno beneficiato finora di una AG junior verrebbero privati ​​di questo sconto. L'aumento dei prezzi raggiungerebbe il 45% nel loro caso. Invece, tutti i 25enni otterrebbero uno sconto di 500 franchi passando dalla AG per minorenni alla AG degli adulti.

Un'altra misura menzionata, è la rimozione della possibilità di acquistare la AG per un massimo di 30 giorni, ad esempio durante le vacanze. Infine, l'abolizione della carta giornaliera dei comuni è anche in discussione durante il cambio di programma 2020.

In un comunicato, le FFS scrivono che si impegnano ad una stabilità delle tariffe, anche alla loro diminuzione. La società ricorda di aver ridotto i prezzi per quanto possibile, in particolare è stata sviluppata l'offerta di biglietti differenziati.

Guarda anche 

Spesa in Svizzera, poca differenza di prezzo tra un negozio e l'altro

Sono ormai passati più di 10 anni dall'arrivo in Svizzera dei discounter tedeschi Aldi e Lidl. Al momento del loro insediamento, e ancora oggi nelle pubblicit&...
18.04.2024
Svizzera

Schede elettorali nel tritacarte, possibili irregolarità elettorali anche a Ascona

Dopo il grave caso di falsificazione di schede che ha portato all’annullamento delle elezioni comunali ad Arbedo-Castione, anche ad Ascona ci potrebbe essere stato ...
18.04.2024
Ticino

Arbedo-Castione, aperta inchiesta per frode elettorale e incetta di voti

La Procura ticinese ha ufficialmente avviato un'indagine penale sulle schede manipolate ad Arbedo-Castione emerse nel voto di domenica scorsa. L'indagine &egrav...
18.04.2024
Ticino

Riecco la Ferragni… più sexy che mai

VENEZIA (Italia) – Dopo le sue vacanze a Dubai, Chiara Ferragni era rimasta in silenzio sui social per quasi due settimane, per poi riapparire in questi giorni pi&u...
18.04.2024
Magazine

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto