Ticino, 18 aprile 2019

Borradori: "La croce rimane al suo posto"

l caso è chiuso. O almeno, si sta provando a chiuderlo. La croce d'acciaio, dal nome "Luca Divina" di Helidon Xhixha che rientra nella mostra "Lugano: riflessi di luce" rimarrà davanti alla Chiesa di Santa Maria degli Angioli, a due passi dal LAC, fino alla fine dell'esposizione: ovvero il 22 settembre.

È quanto confermato al Corriere del Ticino dal sindaco di Lugano Marco Borradori. "Abbiamo deciso – dice al quotidiano – di dare seguito alla richiesta di Riccardo Braglia", organizzatore e finanziatore della mostra dell'artista albanese. Una decisione che il Municipio ha preso in modo "unito e compatto", chiarisce Borradori. 

Ricordiamo che, inizialmente, il MASI aveva storto il naso in merito alla posizione della croce d'acciaio. Lo stesso Braglia si dice "felice che sono finite le polemiche".

Guarda anche 

A lezione da Gerndt: il Lugano, salvo, a 180’ da un sogno chiamato Europa

LUGANO – Dobbiamo fare mea culpa e chiedere scusa un po’ a tutti ad Angelo Renzetti. Ebbene sì, perché un po’ tutti quando il presidente d...
17.05.2019
Sport

Elvis è ufficialmente un NHLer!

COLUMBUS (USA) – È a Bratislava a difendere la porta della sua Lettonia, ma nel frattempo Elvis Merzlikins può sorridere e festeggiare anche per il su...
15.05.2019
Sport

Fuchs: “Il taglio di Fischer una delusione… Ulmer e Cunti sanno come portarci in finale”

BIENNE – Una finale di playoff solo sfiorata, un Mondiale a lungo sognato, un obiettivo davanti a sé ben chiaro e delineato: la stagione appena vissuta, e qu...
16.05.2019
Sport

Bertaggia: “Ho trovato Patrick Fischer diverso e molto determinato”

BRATISLAVA - Venerdì sono iniziati i Mondiali del gruppo A in Slovacchia. La Svizzera ha esordito con una vittoria sull’Italia, per poi affrontar...
13.05.2019
Sport