Mondo, 10 aprile 2019

Rachid Nekkaz bersagliato da insulti, uova e bottiglie d'acqua in Algeria

Rachid Nekkaz, l’algerino idolo della sinistra italiana e noto per la sua opposizione alle leggi anti-burqa, è stato bersagliato da uova e bottiglie d’acqua lanciategli dalla folla mentre si era affacciava dal balcone del palazzo che ospita il suo partito (MJC) edificio ad Algeri per salutare i manifestanti per strada.

Il motivo? Nekkaz ha dichiarato alla folla di volersi candidare alle elezioni presidenziali. Dichiarazione, come testimonia il video, non grata al popolo. Tanto che Nekkaz è stato costretto a fare rientro all'interno dell'edificio dopo essere stato colpito più volte dagli oggetti lanciati dalla folla.

La scena è riportata dai media algerini Algeria Eco e Observ'Algérie.

Guarda anche 

Arrestato presunto pedofilo svizzero in Brasile, viaggiava con un bambino tailandese

Uno svizzero di 63 anni è stato arrestato giovedì scorso all'aeroporto di Guarulhos, a San Paolo, in Brasile. Stava cercando di imbarcarsi su un volo pe...
24.06.2019
Mondo

Catania, lasciano bimbo di 4 anni in auto: denunciati genitori svizzeri

Un bambino di 4 anni, rivela l'ANSA, è stato lasciato chiuso nella'autovettura dei genitori sotto il sole fuori dall'aeroporto di Catania con u...
24.06.2019
Mondo

Si addormenta in aereo e si ritrova abbandonata e al buio

"Un'esperienza da incubo", quella che ha vissuto Tiffani Adams, una canadese che si è ritrovata da sola, al freddo e al buio, a bordo di un aere...
24.06.2019
Mondo

Algeria, cristiano condannato per "esercizio di culto non musulmano"

Un giovane cristiano di Akbou, città del nord dell'Algeria, è stato condannato giovedì scorso dalla corte a una multa di 50'000 dinari (circa...
24.06.2019
Mondo