Mondo, 10 aprile 2019

Rachid Nekkaz bersagliato da insulti, uova e bottiglie d'acqua in Algeria

Rachid Nekkaz, l’algerino idolo della sinistra italiana e noto per la sua opposizione alle leggi anti-burqa, è stato bersagliato da uova e bottiglie d’acqua lanciategli dalla folla mentre si era affacciava dal balcone del palazzo che ospita il suo partito (MJC) edificio ad Algeri per salutare i manifestanti per strada.

Il motivo? Nekkaz ha dichiarato alla folla di volersi candidare alle elezioni presidenziali. Dichiarazione, come testimonia il video, non grata al popolo. Tanto che Nekkaz è stato costretto a fare rientro all'interno dell'edificio dopo essere stato colpito più volte dagli oggetti lanciati dalla folla.

La scena è riportata dai media algerini Algeria Eco e Observ'Algérie.

Guarda anche 

Non c'era nessun Russiage. Trump, “Nessuna collusione con la Russia”

“Nessuna collusione fra la campagna di Trump e la Russia”. Il procuratore Generale William Barr, in conferenza stampa, ha confermato che le indagini...
19.04.2019
Mondo

Nella cattedrale a New York con due taniche di benzina: arrestato un uomo

Un uomo che aveva con sé due taniche di benzina, riferisce l'ANSA,  è stato arrestato mercoledì sera davanti alla cattedrale di San Patrizio...
18.04.2019
Mondo

Il premier libico: "Dalla Libia 800mila migranti pronti a partire per l'Europa se non si risolve la crisi"

Guerra in Libia, mentre sale il bilancio degli scontri (147 morti, 614 feriti e 16mila sfollati) tra le forze del governo di Sarraj e quelle del gener...
18.04.2019
Mondo

Si masturba davanti alla barista: "È colpa del prurito"

Un 45enne di Cremona è stato denunciato per atti osceni in luogo pubblico. I fatti risalgono allo scorso 27 febbraio, quando l’uomo ha cominciato a masturbar...
18.04.2019
Mondo