Ticino, 29 marzo 2019

I proprietari di ditte ticinesi? Il 45% è italiano, il 48% svizzero

BELLINZONA – Come stanno le imprese in Ticino? A rispondere alla domanda aiuta lo studio “Aperture e chiusure di impresa, ODE (Osservatorio delle Dinamiche Economiche Cantonali)”.

In relazione al quarto trimestre del 2018, è diminuito il numero netto delle imprese iscritte al registro di commercio del cantone Ticino. L’evoluzione negativa è causata da un aumento del numero delle cancellazioni mentre il numero delle nuove iscrizioni si è mantenuto sostanzialmente stabile rispetto all’anno precedente.

La diminuzione ha interessato i distretti di Lugano, Mendrisio e Locarno ed è dovuta principalmente a una contrazione del numero di imprese attive nei settori “finanziario e assicurativo” e nel “commercio al dettaglio e all’ingrosso”. Continua invece a crescere, a livello cantonale, il numero di imprese attive nei settori dell’”informazione e comunicazione”, delle “attività professionali, tecniche e scientifiche” e delle imprese “sanitarie e sociali”.

Calano invece le imprese nel secondario (manifattura e costruzioni) e nel settore del commercio e turistico.

Da segnalare come la maggioranza relativa dei soci o proprietari (ove conosciuti pubblicamente) ha nazionalità svizzera (48%) mentre il 45% italiana. Situazione è quindi inversa rispetto al trimestre precedente.

Per quanto concerne i fallimenti, i casi aumentano, rispetto al terzo trimestre 2018. Il tasso di fallimento (numero di liquidazioni per fallimento rapportato al numero di imprese attive) è stato pari a circa lo 0.34%, in crescita rispetto al trimestre precedente (0.22%).

In valori assoluti, il distretto che ha registrato il maggior numero di imprese fallite è stato quello di Lugano (70 unità), seguito da Mendrisio e Bellinzona (con rispettivamente 28 e 18 unità). Il tasso di fallimento è risultato in crescita per tutti i distretti, in particolare nel distretto di Bellinzona, dove ha raggiunto la quota di 0.47% rispetto allo 0.29% registrato nel trimestre precedente, e nel distretto di Lugano, dove il tasso di fallimento è aumentato dallo 0.19% allo 0.32%.




Guarda anche 

Borradori: "La croce rimane al suo posto"

l caso è chiuso. O almeno, si sta provando a chiuderlo. La croce d'acciaio, dal nome "Luca Divina" di Helidon Xhixha che rientra nella most...
18.04.2019
Ticino

Importanti modifiche alla Legge sul turismo

Il Consiglio di Stato, su proposta del Dipartimento delle finanze e dell’economia (DFE), ha licenziato un messaggio che propone alcune importanti modifiche alla Leg...
17.04.2019
Ticino

Un cuore a tre ruote, Don Emanuele e la sua ape: "Esperienza bellissima"

Nei giorni scorsi si è conclusa l’attività di “Un cuore a tre ruote”, l’avventura che Don Emanuele Di Marco ha intrapreso per aiutar...
17.04.2019
Ticino

Il PS critico: "Per Notre Dame 600 milioni in un giorno. Ma non dimentichiamo i paesi dove a bruciare sono le persone..."

È un punto di vista critico quello che il PS di Bellinzona esprime sulla propria pagina Facebook in merito all'incendio che ha parzialmente distutto la cattedr...
17.04.2019
Ticino