Mondo, 11 marzo 2019

Docente di 40 anni con l'alunno 13enne: ha avuto un figlio, indagata per abusi

In Italia non smette di crescere il numero di le relazioni tra professoresse e/o professore con alunni/e. Il fenomeno è in preoccupante aumento negli ultimi anni e l’ultimo caso riportato dalla stampa italiana si concentra a Prato, in Toscana, dove un’infermiera 35enne che teneva ripetizioni di inglese a un 13enne è indagata dalla Procura di Prato per violenza sessuale su minore.

Il caso è ben più complesso di qualche messaggio erotico o appuntamenti segreti. Già, perché la donna cinque mesi fa ha partorito un bimbo, la cui paternità, per il momento, è ancora un grande punto interrogativo. Il marito della donna è incredulo e non sa a quali certezze aggrapparsi, se esistono ancora certezze.

La protagonista spiega di “non avere nulla da nascondere” e di “voler essere ascoltata dagli inquirenti”. Di chi è la paternità lo si scoprirà verosimilmente domani in giornata, quando i risultati del dna del piccolo chiariranno il mistero.
Un mistero che si infoltisce maggiormente alla lettura degli sms dell’infermiera-professoressa inviati all’adolescente. “Dove sei?, perché non mi rispondi?, se mi lasci racconto a tutti che il bambino è figlio tuo”.

Messaggi di questo tenore che lasciano trasparire un’ossessione amorosa della donna verso il giovane studente. Di questo avviso sono i genitori del 13enne, i quali affermano che “quella donna l'ha circuito, lo voleva per sé".  Secondo le accuse gli abusi sono iniziati un anno e mezzo fa, quando la donna si è offerta di dare ripetizioni di inglese al ragazzino.

Le lezioni sarebbero diventate da lì a breve solo un pretesto per approcci sempre più insistenti e intimi, poi tra i due sarebbe nata una relazione segreta. Segreti custoditi a lungo, fino a quando il ragazzino ha ceduto al disagio e alla pressione psicologica esercitata dalla professoressa e ha raccontato tutto ai genitori che hanno deciso di raccontare tutta la storia in Procura.

Guarda anche 

Libertà sul web, sciopero di Wikipedia contro la direttiva UE sui diritti d'autore

Tedeschi, cechi e danesi che desiderano consultare questo giovedì Wikipedia dovranno portare pazienza per 24 ore. In effetti, i tre siti sono in sciopero e altre p...
21.03.2019
Mondo

Telecamere nascoste in hotel. I video in streaming su siti porno. La truffa in Corea del Sud

Pazzesco quanto successo  in Corea del Sud. I gestori dell'hotel filmavano segretamente e illegalmente i clienti nella loro camera da letto. Le immagini registra...
21.03.2019
Mondo

Scalpore in Svezia per la prima presentatrice TV con il velo islamico

Da diversi giorni i telespettatori della televisione pubblica svedese SVT si sono visti presentare l'attualità da Cheyma Moufid, una giovane musulmana che indo...
21.03.2019
Mondo

Sfida all'ultimo sangue tra due serpenti velenosi: l'incredibile filmato

Sta facendo il giro del web l'incredibile filmato di due serpenti velenosi che lottano fino alla morte girato da una donna che passeggiava vicino a un fiume nel Queen...
21.03.2019
Mondo
x