Svizzera, 09 marzo 2019

Condannato sei volte negli ultimi sette anni, non verrà espulso

Un cittadino macedone detentore del permesso C e condannato sei volte negli scorsi sette anni non verrà espulso. "L'uomo non ha nessuna formazione professionale, è radicato nella delinquenza e presenta una mancanza di capacità di rispettare l'ordinamento giuridico svizzero" è il giudizio, risalente a febbraio 2018, della corte distrettuale che lo aveva condannato per l'ennesimo reato.

Come riporta "La Liberté", in quell'occasione l'uomo era stato pizzicato ubriaco al volante e al momento del controllo da parte della polizia aveva aggredito gli agenti. L'accusa aveva quindi chiesto una pena detentiva con la deportazione nel suo paese di origine, ma mentre il giudice del processo aveva seguito questa accusa, la Corte d'appello del tribunale cantonale ha invece annullato questo ordine di espulsione. Ciò che ha salvato il 33enne macedone è il fatto che sua moglie e sua figlia vivono in Svizzera.

I giudici cantonali, pur consapevoli del rischio di recidiva dell'individuo, ritengono che per il momento, alla luce della natura dei suoi reati, "l'interesse a preservare l'ordine pubblico non prevalga sul diritto al rispetto della vita privata e familiare dell'imputato e della sua famiglia ", secondo" La Liberté ". Dovrà comunque scontare la pena detentiva emessa nei suoi confronti.

Guarda anche 

Per Cassis la Svizzera non è una priorità: grazie PLR!

“Non mi sentirete mai dire Switzerland first”. Chi ha pronunciato questa frase? Il manager straniero di una multinazionale? Un soldatino o una soldatina del P...
05.08.2019
Svizzera

Cassis: "Da me non sentirete mai dire che la Svizzera viene per prima"

"Da me non sentirete mai dire Switzerland First": lo afferma il consigliere federale Ignazio Cassis in un intervista pubblicata domenica dal SonntagsBlick, seco...
05.08.2019
Svizzera

Il marito della "zingaraccia" che ha minacciato Salvini: "Ho rubato sì, ma agli svizzeri"

"A Salvini andrebbe tirato un proiettile in testa" è il proposito poco amichevole, ripreso da "Il Giornale", di una zingara residente in Italia...
04.08.2019
Mondo

Svizzera, l’hockey riempie il cuore: per calcio e tennis non c’è gloria

LUGANO – Che l’hockey fosse lo sport nazionale per antonomasia lo si sapeva, che per gli altri sport non ci fosse praticamente storia, però era diffici...
04.08.2019
Sport