Svizzera, 04 marzo 2019

"Guerra tra baby gang", un giovane pugnalato in un centro commerciale in Argovia

Quale delle due località è più “ghetto”? Spreitenbach (AG) o Dietikon (ZH)? È questa la domanda che ha spinto due gruppi rivali a battersi lo scorso sabato in un centro commerciale a Spreitenbach. Rissa in cui un adolescente di 15 anni è stato pugnalato, rimediando ferite di media entità. Il presunto pugnalatore, un sedicenne, è stato arrestato poco dopo. Nel frattempo è stato rilasciato ed è sotto inchiesta.

Come riferisce “20 minuten”, l'adolescente ferito non voleva parlare del combattimento a causa delle indagini in corso e perchè non vuole “fare la spia”. "Non voglio più parlarne. Ho già detto tutto alla polizia, non voglio fare nessun nome, nemmeno quello dell'autore. "Il giovane specifica inoltre che non sporgerà denuncia. "Per cosa? È inutile! "

Prima di terminare la conversazione, l'adolescente ha spiegato che il suo gruppo era composto da venti persone mentre gli argoviesi erano solo dieci. "Eravamo di più di loro. Non mi sorprende che l'autore abbia portato con sè un coltello. "

Uno sguardo alla rete mostra che diversi giovani di Dietikon intendono vendicare il loro amico mandato in ospedale. "Delle minacce circolano sui social network", conferma il fratello della vittima.

Il litigio tra i due gruppi rivali di Spreitenbach e Dietikon è iniziato circa una settimana fa su Snapchat. Il motivo? Un meme su Spreitenbach in cui la si definiva come il "Bronx della Svizzera" (vedere sotto). Offesi nel orgoglio, i giovani zurighesi volevano dimostrare di essere i più "ghetto", così che hanno cominciato a far circolare le stesse immagini ma con Dietikon come “il Bronx”. Questa appropriazione non è piaciuta agli argoviesi ed è da lì che tutto è iniziato.


Guarda anche 

Per Cassis la Svizzera non è una priorità: grazie PLR!

“Non mi sentirete mai dire Switzerland first”. Chi ha pronunciato questa frase? Il manager straniero di una multinazionale? Un soldatino o una soldatina del P...
05.08.2019
Svizzera

Cassis: "Da me non sentirete mai dire che la Svizzera viene per prima"

"Da me non sentirete mai dire Switzerland First": lo afferma il consigliere federale Ignazio Cassis in un intervista pubblicata domenica dal SonntagsBlick, seco...
05.08.2019
Svizzera

Il marito della "zingaraccia" che ha minacciato Salvini: "Ho rubato sì, ma agli svizzeri"

"A Salvini andrebbe tirato un proiettile in testa" è il proposito poco amichevole, ripreso da "Il Giornale", di una zingara residente in Italia...
04.08.2019
Mondo

Svizzera, l’hockey riempie il cuore: per calcio e tennis non c’è gloria

LUGANO – Che l’hockey fosse lo sport nazionale per antonomasia lo si sapeva, che per gli altri sport non ci fosse praticamente storia, però era diffici...
04.08.2019
Sport