Svizzera, 04 marzo 2019

Un altro poliziotto condannato per un inseguimento

Dopo quella emessa contro un poliziotto ginevrino, condannato per eccesso di velocità durante un inseguimento, una nuova condanna contro un agente di polizia nell'esecuzione delle sue funzioni è appena caduta. Un sergente della polizia vodese fu è infatti stato condannato a una multa sospesa per 20 giorni.

Una sera di marzo del 2018, riporta il "20 minutes", il sergente aveva sentito alla radio un appello che chiedeva di fermare dei veicoli che stavano viaggiando ad alta velocità nelle strade di Yverdon-les-Bains. L'uomo, accompagnato da un collega, aveva acceso le sirene e le luci blu e viaggiò a più di 100 km / h su una strada il cui limite era di 50 km / h.

Un'arteria "ampia, ben illuminata e con buona visibilità" è specificato nellla sentenza. Ad un certo punto il poliziotto spegne la sirena per sentire meglio la radio, che trasmetteva informazioni sul fuggitivo, spiegò l'agente.

Giunto a una rotonda non riuscì ad evitare una collisione con un'altra auto della polizia, su cui viaggiavano tre persone, che stava entrando da un'altra direzione.

I suoi tre occupanti, colpiti ad una velocità di 20km/h sui lati della macchina, rimasero leggermente feriti per la collsione.

Nel motivare la sua sentenza, il pubblico ministero ha riconosciuto l'aspetto urgente della missione del poliziotto, ma ha ritenuto che abbia mancato di prudenza spegnendo la sirena, credendo che di notte e in una zona industriale le luci blu fossero sufficienti. Il magistrato ha quindi ammesso l'infrazione alla circolazione circolazione, ma non "qualificata", e ha infine deciso per una leggera condanna. La sezione della circolazione dovrà inoltre decidere su un eventuale ritiro della patente di guida.

Guarda anche 

Hockey: e se il campionato si prendesse una pausa?

FRIBORGO – I numeri dei contagi da Covid-19 sono in ampia e costanza ascesa, aumentano anche i ricoveri e le presenze in terapia intensiva e, stando a quanto riport...
21.10.2020
Sport

Voleva uccidere il marito dell'ex-moglie, dopo tre anni di carcere dovrà lasciare la Svizzera

Il Tribunale federale ha confermato la condanna di un cittadino originario dei balcani per atti preparatori ad atti criminali. L'uomo aveva minacciato un rivale, avev...
20.10.2020
Svizzera

Frontaliera uccide il datore di lavoro prima di fuggire oltre confine

Martedì scorso un uomo di sessant'anni è stato trovato morto sul pavimento della sua abitazione di Montreux, nel canton Vaud. Secondo le prime indagini,...
15.10.2020
Svizzera

Spagna in assoluto controllo: Rossocrociati impalpabili

MADRID - Ci sono ancora anni di luce di differenza fra la nostra Nazionale e quella spagnola. Nel gioco, nel modo di applicarsi in campo, nell’attitudin...
12.10.2020
Sport