Sport, 05 marzo 2019

“Novoselskiy presidente? Ha le qualità per diventarlo”

Nostra inchiesta dopo le dichiarazioni dell’imprenditore russo sul futuro del Lugano

LUGANO - Lo scorso 23 febbraio sulle colonne del Corriere del Ticino Leonid Novoselskiy ha dichiarato di essere pronto – nel caso in cui Renzetti decidesse di lasciare il timone della società – a rilevare la maggioranza delle azioni del FC Lugano. La dichiarazione ha evidentemente scosso il mondo pallonaro ticinese e svizzero (anche se da diverso tempo se ne sta parlando).

Per tale motivo abbiamo interpellato alcuni personaggi del mondo politico e sportivo della città di Lugano per sapere cosa ne pensano di questa vicenda e qual è il loro giudizio sulla conduzione del club da parte di Renzetti. Le risposte sono state varie e non sempre concordanti, soprattutt. Il probabile passaggio del club bianconero nelle mani dell’imprenditore russo, non dimentichiamolo, costituirebbe un’autentica svolta nella storia del FCL.

Leonid Novoselskiy sinora ha dimostrato la sua serietà d’intenti investendo parecchi soldi nel settore giovanile bianconero, ora tutti attendono il 31 marzo, data ultima entro la quale Renzetti dovrà comunicare all’imprenditore di Kiev se cederà o meno la società.

Ecco le domande poste:
1 – Novoselskiy ha annunciato la sua disponibilità ad acquistare le azioni del FC Lugano: cosa ne pensate?
2 – Con Novoselskiy alla guida il Lugano potrebbe diventare più ambizioso?
3 – Qual è il vostro giudizio sulla presidenza di Angelo Renzetti?
4 – Vedreste bene Renzetti come “consulente” di Novoselskiy?
5 – E se Novoselskiy entrasse in un secondo tempo nel progetto del nuovo stadio calcistico?

Marco Borradori - Sindaco di Lugano
1- Tempo fa ho avuto modo di incontrare più volte Novoselskiy e devo confessare che mi è sembrato una persona molto seria ed appassionata. È intenzionato a dare un solido futuro al club ed anche alla prima squadra. Credo quindi sia giusto dargli fiducia, specie dopo quanto ha fatto nel settore giovanile bianconero.
2 – L’imprenditore russo sa quello che fa, è molto determinato ed ha le idee chiare. Il Lugano con lui potrebbe assumere – in un futuro a medio termine - effettivamente un volto più ambizioso. Lasciamolo comunque lavorare in pace.
3 – Renzetti è stato un grande presidente. Talvolta tra lui e noi del Municipio ci sono state delle divergenze ma poi alla fine tutto si è appianato. Una cosa è sicura: Angelo ama il Lugano e per questo club ha dato tutto e tutt’ora sta facendo miracoli per permettere alla prima squadra di restare nella massima divisione calcistica nazionale. Quindi, se deciderà di cedere il comando lo farà solo per il bene dell’FCL.
4 – È difficile capire se questa ipotesi possa diventare una realtà, occorrerebbe conoscere le dinamiche interne della società ma questo non è un mio compito. Novoselskiy vive da anni a Lugano e quindi conosce molto bene anche le vicende sportive della società bianconera, quindi….
5 – Non so cosa dire, se l’imprenditore russo deciderà di entrare nel vivo del progetto sarà un aspetto da valutare, per ora vediamo come procedono le cose.

Giorgio Giudici - ex sindaco di Lugano
1 – Può essere una soluzione positiva. Renzetti ha fatto tanto per il FCL. Le sue decisioni sono sempre ponderate, pertanto se sceglierà di lasciare il comando lo farà perché convinto di affidare la società ad una persona seria come l’imprenditore russo.
2 – Non credo che Novoselskiy sia un… perdente, ha le sue ambizioni e quindi credo sia pronto a far compiere un ulteriore salto di qualità al Lugano.
3 – Angelo Renzetti è stato un eccellente presidente. Magari può aver dato fastidio ogni tanto con le sue dichiarazioni, tuttavia c’ha sempre messo la faccia in ogni situazione e per questo merita un grande applauso. È stato un generoso in tutti i sensi ma è anche stato lasciato solo. Lui ha sempre avuto il merito di credere nelprogetto Lugano.
4 – Renzetti ha una grande esperienza nel mondo calcistico svizzero e non solo e quindi potrebbe diventare una preziosissima spalla per Novoselskiy.
5 – Il progetto riguarda il polo sportivo e non solo lo stadio. Personalmente non vedo, almeno per ora, fattibile questo passo, poi magari più in là situazione potrebbe cambiare. Spero solo che il Municipio si decida a scegliere l’azienda che edificherà il nuovo polo sportivo.

Michele Foletti -  Municipale Lugano 
1 – Mi sembra che l’imprenditore russo abbia le idee in chiaro quindi la sua entrata in materia potrà essere un passo importante per il futuro bianconero.
2 – L’imprenditore russo mi sembra anche una persona ambiziosa, di conseguenza il Lugano potrebbe effettivamente diventare un club da… primi posti in Super League.
3 – Angelo Renzetti ha sicuramente fatto bene, ha speso tantissime energie e un sacco di sacrifici per portare avanti e far crescere la società creando anche tanto entusiasmo. È stato un dirigente eccezionale.
4 – Renzetti è una persona abituata a comandare pertanto non credo che questa possa essere per lui un’ideale collocazione nel club.
5 – Al momento ci sono due concorrenti nel progetto del nuovo polo sportivo. Non so se in un secondo tempo lui deciderà di entrare nel progetto. Mi sembra però che Leo sia intenzionato ad investire nella società.

Tullio Calloni - ex presidente FCL 
1 – Ragionando sul piano sentimentale mi dispiacerebbe se Renzetti decidesse di cedere la maggioranza delle azioni.
Per il resto Angelo sa quello che fa, quindi attendiamo notizie in merito. Importante è assicurare un solido futuro alla società.
2 – Non so cosa rispondere, tuttavia Novoselskiy ha fatto cose straordinarie nel settore giovanile bianconero e questo vorrà pur dire qualcosa. Talvolta gli ho parlato e mi è sembrato un dirigente capace e molto cortese.
3 – Pur con tutti i pregi e difetti che ha, Renzetti ha la stima di tutti per quello che ha fatto per il Lugano. Ha dato l’anima per tenere a galla il club, merita tutta la nostra ammirazione.
4 – Non vedo fattibile questa soluzione, Renzetti è un condottiero, quindi non credo accetterà questo ruolo se deciderà di lasciare la presidenza.
5 - Non so cosa dire, vedo più Renzetti in questo progetto, anche perché da tempo sta portando avanti il discorso del nuovo stadio.

René Morf - Ex giocatore FC Lugano 
1 – Se ci sono delle persone competenti – sia sul piano imprenditoriale che sportivo - allora sono le benvenute.
Novoselskiy ha dimostrato con le sue attività e nel settore giovanile (anche se con certi distinguo) di essere un dirigente capace. Leonid conosce il territorio, quindi può far bene.
2 – Con un cambio di proprietà è sempre pericoloso fare dei proclami. Non penso che i soldi da soli possono cambiare una realtà provinciale come quella di Lugano. Di certo l’FCL avrebbe tutte le carte in regola per consolidare ulteriormente in futuro la sua struttura societaria e non solo.
3 – Anche se a volte ho espresso delle critiche nei suoi confronti, soprattutto per quello che riguarda l’aspetto esterno della gestione del club – ha sicuramente fatto tanto per il Lugano. Con le risporse a disposizione ha saputo sempre manteneresano il club.
4 – Non credo che questa cosa sia fattibile. Credo che Novoselskiy sappia come deve gestire la società, non è detto però che, di tanto in tanto, chiederà qualche consiglio a Renzetti, che di esperienza nel FCL e non solo ne ha accumulata tantissima.
5 – Secondo me l’imprenditore russo vorrrà continuare a investire sul piano sportivo.

G.M.

Guarda anche 

È un Lugano pronto…a tifare Basilea!

BERNA - Il campionato di Super League è fermo, il pallone questa domenica non rotolerà sui campi del campi del massimo campionato svizzero di calcio, m...
19.05.2019
Sport

“Zingaro di m…”, quando l’insulto arriva dalla polizia

ROMA (Italia) – Non è stato un mercoledì sera come tanti altri, quello che si è vissuto settimana scorsa a Roma nei dintorni dello Stadio Olimp...
19.05.2019
Sport

A lezione da Gerndt: il Lugano, salvo, a 180’ da un sogno chiamato Europa

LUGANO – Dobbiamo fare mea culpa e chiedere scusa un po’ a tutti ad Angelo Renzetti. Ebbene sì, perché un po’ tutti quando il presidente d...
17.05.2019
Sport

Elvis è ufficialmente un NHLer!

COLUMBUS (USA) – È a Bratislava a difendere la porta della sua Lettonia, ma nel frattempo Elvis Merzlikins può sorridere e festeggiare anche per il su...
15.05.2019
Sport