Mondo, 28 febbraio 2019

Una app giapponese che “traduce” le emozioni delle donne finisce nel mirino delle critiche

Un'app giapponese che pretende di aiutare i mariti a "tradurre" il comportamento delle loro mogli ha scatenato una valanga di commenti indignati nel paese del sol levante.

Ezaki Glico Co., uno dei maggiori produttori di dolci della nazione, ha rilasciato l'app Kope all'inizio di febbraio per incoraggiare i partner a condividere la responsabilità di crescere i figli. L'app gratuita consente agli utenti di scambiare messaggi, accedere a articoli sulla gravidanza e condividere consigli su come crescere i figli. Fin qui nulla di controverso.

Un sito web creato per promuovere l'app ha tuttavia provocato una marea di commenti negativi quando ha spiegato che uomini e donne possono spesso avere comportamenti diversi perché, "poiché il cervello maschile e il cervello femminile sono diversi in termini di struttura dei circuiti e segnali, il loro output può essere diverso anche se ottengono gli stessi input".

Ulteriori consigli, descritti come "Tradurre il sentimento della madre per il padre", descrivono
otto possibili modelli di comportamento quando una moglie si arrabbia e "traduce" le frasi di cui un uomo dovrebbe diffidare.

Per esempio quando una donna dice: "È inutile che restiamo insieme", in verità sta chiedendo
"Come ti senti riguardo a me?", sostiene l'app.

E il commento "Questo è davvero difficile" significherebbe in realtà "Devi esprimere apprezzamento
per quello che sto facendo".

Se una donna chiede: "Cosa è più importante per te, il tuo lavoro o la tua famiglia?" L'app consiglia al uomo di scusarsi e di dire "mi dispiace di averti trascurata" e di cambiare rapidamente argomento sulle difficoltà che si ha al lavoro.

L'app è stata creata internamente dal personale femminile di Ezaki Glico, secondo il quotidiano Asahi, ma sotto la supervisione editoriale di Ihoko Kurokawa, autore di numerosi libri sulle relazioni, tra cui uno intitolato "Manuale di istruzioni su come gestire una moglie".

Guarda anche 

Migliaia di giovani in piazza contro la censura di Internet imposta dall'UE

Da diverse settimane molte città europee, in particolare in Germania, sono teatro di manifestazioni di giovani (e meno giovani) contrari alla legge sul copyright a...
23.03.2019
Mondo

Fine di un’era: Habisreutinger lascia il Lugano

LUGANO – Possiamo definirla la fine di un’epoca: Roland Habisreutinger non è più il Direttore Sportivo dell’HC Lugano. Giunto sulle rive d...
23.03.2019
Sport

Ticino, l' 81% di multe non pagate riguardano automobilisti italiani

Sono 6653 le multe che il Cantone deve ancora incassare da automobilisti residenti oltre confine per un importo totale di oltre un milione di franchi. Rispondendo a un&rs...
23.03.2019
Ticino

Si dicono favorevoli ad accogliere un migrante, ma quando gliene viene messo uno davanti si rifiutano

Curioso e simpatico esperimento quello ideato dall'emittente svedese Samnytt TV. In un reportage intitolato "Le persone vogliono davvero ospitare immigrati a cas...
23.03.2019
Mondo
x