Ticino, 22 febbraio 2019

Infermiere arrestato, svolta nell'inchiesta: è accusato di omicidio intenzionale

Nell'ambito del procedimento penale per sospetti maltrattamenti in danno di alcuni pazienti del reparto di Medicina 1 dell'Ospedale regionale di Mendrisio, il Ministero pubblico e la Polizia cantonale fanno sapere che sono state estese le accuse a carico dell’operatore sanitario, arrestato il 5 dicembre dello scorso anno.

Nei confronti dell'uomo, un ticinese di 44 anni, ovviamente non più attivo nella struttura sanitaria in quanto tutt’ora in carcere, il sostituto procuratore generale Nicola Respini, ipotizza in particolare gli addebiti di omicidio intenzionale, subordinatamente omicidio colposo.

Imputazioni che vanno ad aggiungersi a quelle promosse inizialmente di lesioni gravi, coazione, lesioni semplici e vie di fatto reiterate. L'imputato è sospettato di aver somministrato medicamenti in maniera non conforme con le prescrizioni mediche.

Altri accertamenti sono in corso e, vista la particolare delicatezza delle indagini, non verranno rilasciate ulteriori informazioni, nemmeno da parte della Direzione generale dell'Ente Ospedaliero Cantonale (EOC) né dal Medico cantonale, che stanno collaborando con le autorità inquirenti nella ricostruzione di quanto accaduto nel corso degli ultimi anni.

La Polizia cantonale invita eventuali testimoni o persone venute a conoscenza dei fatti oggetto dell'inchiesta penale a rivolgersi allo 091/815.51.33 (orari: 09:00-11:30/14:00-16:30).

Guarda anche 

Lugano, disoccupati e persone in assistenza esonerati dalla tassa di cancelleria

Il Municipio di Lugano, nella sua seduta odierna, ha deciso di esonerare i cittadini in disoccupazione e a beneficio di prestazioni assistenziali dal pagamento delle tass...
23.05.2019
Ticino

Boris Bignasca: "La sinistra vuole mettere le mani sulla RSI tramite l'assemblea della CORSI"

La CORSI intende aumentare la propria influenza sia nelle nomine che nei programmi della RSI. È quanto si apprende da un dossier che i vertici della Cooperativa ha...
23.05.2019
Ticino

Corriere del Ticino, licenziamenti in vista

Tira aria pesante nei mass media ticinesi. Dopo la chiusura del Giornale del Popolo nel 2018, ora la scure dei licenziamenti si abbatte sul Corriere del Ticino. Secondo f...
23.05.2019
Ticino

Delitto di Caslano, il nipote alla sbarra per assassinio

In Ticino si terrà prossimamente un altro processo che catalizzerà sicuramente l’attenzione di tutti, per un delitto terribile. Alla sbarra ci sar&agr...
23.05.2019
Ticino