Mondo, 18 febbraio 2019

Nigeriani in rivolta a Ferrara, minacce alle forze dell'ordine: "Farete una brutta fine". Salvini: "Roba da matti"

"Se il ragazzo è morto, domani succederà la guerra". È questo il messaggio lanciato da un gruppo di nigeriani alle forze dell'ordine di Ferrara, che poco prima delle 21 di ieri hanno investito un immigrato in via Po, nella famigerata zona Gad in mano agli spacciatori africani.

Scene di guerriglia urbana nella città romagnola con decine di cassonetti della spazzaturra rovesciati in strada dopo che si è sparta la voce che l'immigrato investito fosse morto. Notizia prontamente smentita
dalle autorità, ma i disordini non si sono fermati.

"Ci siamo – spiega Nicola Lodi, esponente della Lega ferrarese – trovati faccia a faccia con 100 nigeriani. Non è stato facile, ci hanno accerchiato e minacciato. Ci hanno detto che se il ragazzo è morto faremo una brutta fine".

"Roba da matti. Grazie alle Forze dell'Ordine. Sarò presto in città per mettere un po' di cose a posto", ha commentato il ministro degli Interni Matteo Salvini.

Guarda anche 

Migliaia di giovani in piazza contro la censura di Internet imposta dall'UE

Da diverse settimane molte città europee, in particolare in Germania, sono teatro di manifestazioni di giovani (e meno giovani) contrari alla legge sul copyright a...
23.03.2019
Mondo

Si dicono favorevoli ad accogliere un migrante, ma quando gliene viene messo uno davanti si rifiutano

Curioso e simpatico esperimento quello ideato dall'emittente svedese Samnytt TV. In un reportage intitolato "Le persone vogliono davvero ospitare immigrati a cas...
23.03.2019
Mondo

"Ho agito perché sentivo le voci dei bambini morti in mare"

Ousseynou Sy, l'autista che ha dirottato lo scuolabus con a bordo 51 ragazzini, potrebbe colpire ancora. È quanto hanno deciso i pm milanesi, i quali...
23.03.2019
Mondo

Facebook, password non sicure: 600 milioni di account a rischio

Facebook ha ammesso che per anni ha conservato le password di milioni di utenti senza criptarle, conservandole in un documento di testo accessibile a migliaia di dipenden...
23.03.2019
Mondo
x