Mondo, 09 febbraio 2019

A Vienna sempre più donne europee indossano il velo islamico per evitare di essere molestate da musulmani

Marcus Franz, medico ed ex deputato del Partito popolare austriaco OVP ha suscitato sdegno sui social media dopo aver affermato che le ragazze europee a Vienna hanno iniziato a indossare il velo islamico per evitare di essere molestate da immigrati musulmani.



Ospite la scorsa settimana dell'emittente austriaca OE24 Franz ha dichiarato: "Parlo con le donne per strada, parlo con i bambini, parlo con le ragazze giovani. Conosco padri di famiglia che vivono in aree particolarmente problematich che danno alle loro figlie il velo perché non vengano riconosciute come austriache. Lo so personalmente, nel 15 ° distretto [di Vienna], questo è un dato di fatto".

Il dottore e l'ex deputato ha proseguito dicendo che le donne austriache hanno paura a causa di "micro-aggressioni permanenti" e subiscono costantemente proposte a carattere sessuale da uomini musulmani per le strade di Vienna. Il fenonemo sarebbe particolarmente comune nei distretti in cui vivono molti immigrati.

Franz ha aggiunto che le ragazze europee che non indossano il velo islamico subiscono di continuo "proposte spiacevoli, molestie e aggressioni e le ragazze e le donne, semplicemente, hanno paura".
"Lo si può vedere nella popolazione se lavori in una professione sociale come la mia", ha osservato Franz, aggiungendo: "Dobbiamo distinguere chiaramente tra la popolazione stabilitasi in Austria da tempo e coloro che sono arrivati ​​più recentemente".

Non sarebbe la prima volta che donne europee sono costrette ad indossare il velo islamico per evitare molestie e attenzioni non richieste da parte di musulmani.

Nel marzo dello scorso anno, un certo numero di agenzie di stampa riferirono che il preside della scuola di Francoforte, in Germania, consigliò a una madre la cui figlia era stata vittima di bullismo aggressivo da parte di studenti musulmani, di indossare il velo in modo che non fosse riconosciuta come tedesca e cristiana.

"Tua figlia non deve dire che è tedesca. Inoltre, puoi darle un velo!" le avrebbe detto il preside. Alla fine la madre, come riferiva a suo tempo il giornale Bild, decise di ritirare la figlia dall'istituto.

Guarda anche 

Un Consigliere nazionale è indagato dalla Turchia per sostegno al terrorismo

La Turchia ha aperto un’inchiesta penale nei confronti del consigliere nazionale basilese Mustafa Atici (PS, al centro nella foto), secondo quanto riferisce il gior...
14.02.2020
Svizzera

La 15enne Sandra e suo padre aggrediti e minacciati da tre richiedenti l'asilo, “mi hanno puntato una pistola alla tempia”

Con un articolo pubblicato questo fine settimana il Blick è tornato sulla vicenda dell'aggressione di tre richiedenti l'asilo ai danni di una 15enne e di s...
10.02.2020
Svizzera

Il marito l’ha picchiata, quindi non può essere espulsa

Il Tribunale federale ha annullato la decisione della Segreteria di Stato della migrazione (SEM) di espellere una cittadina algerina. Visto che è stata picchiata d...
09.02.2020
Svizzera

Espulso un criminale straniero, ma continuerà a ricevere l'AI

Dopo quasi quattro anni è stata definitivamente confermata l’espulsione dalla Svizzera di un capoverdiano con passaporto portoghese che nel nostro Paese ha a...
07.02.2020
Svizzera