Svizzera, 07 febbraio 2019

Un dipendente di un asilo nido avrebbe abusato di due bambini

La vicenda aveva suscitato un'ondata di indignazione lo scorso agosto nella Svizzera tedesca. Era stato riferito che un dipendente dell'asilo Fiorino di San Gallo era stato arrestato e sospeso dalle sue funzioni per aver distribuito materiale di pornografia infantile su Internet. Allora però non c'erano indicazioni di cattiva condotta sul suo posto di lavoro.

Ora si scopre che avrebbe abusato sessualmente di un bambino della scuola materna. Questo è ciò che l'istituzione rivela in una lettera ai genitori. Diverse registrazioni sono state girate all'interno dello stabilimento. Secondo "20 Minuten", i genitori sono stati nel frattempo informati della situazione dal Ministero pubblico.

"Siamo distrutti. Non ci sono parole per descrivere ciò che i genitori hanno provato", ha detto Jacques Hefti, presidente del consiglio di amministrazione di Fiorino AG. Secondo Hefti, la direzione della scuola materna è stata informata mercoledì dal ministero pubblico. Giovedì (oggi) è in programma una serata informativa, in cui i genitori potranno porre le loro domande.

L'abitazione del dipendente dell'asilo era stata perquisita lo scorso luglio. Analizzando il materiale sequestrato, gli inquirenti hanno scoperto decine di migliaia di presunte immagini di pornografia infantile. In una dichiarazione, il pubblico ministero ha detto che il trentenne, cittadino svizzero, è fortemente sospettato di abuso di due bambini sotto i 2 anni. Gli abusi sarebbero stati filmati e in parte pubblicati sulla rete. Uno dei bambini è stato abusato nell'abitazione dell'uomo, il secondo sul posto di lavoro.

Guarda anche 

Secondo un sondaggio Ignazio Cassis è il Consigliere federale che sta più antipatico agli svizzeri

Stando a un sondaggio effettuato dall'istituto sotomo pubblicato dalla SSR, il Consigliere federale Ignazio Cassis sarebbe il Consigliere federale che risulta meno si...
22.02.2019
Svizzera

Referendum contro la direttiva UE sulle armi, la lotta al terrorismo diventa “lotta agli abusi”

In un comunicato pubblicato ieri la Comunità d'interesse del tiro svizzera (CIT) denuncia come, per il Consiglio federale, l'adozione della direttiva UE su...
22.02.2019
Svizzera

Arrivano dalla Francia per aggredire chiunque gli capiti a tiro, dopo aver malmenato un padre e suo figlio se la cavano con una multa

Erano venuti in gruppo dalla vicina Francia per cercare qualcuno da aggredire, per poi imbattersi in un padre e suo figlio durante una partita di calcio. Risultato: un di...
21.02.2019
Svizzera

Aveva molestato un'adolescente su un autobus, arrestato richiedente l'asilo

I fatti risalgono a metà novembre, quando un richiedente l'asilo proveniente dall'Etiopia aveva pesantemente molestata una ragazza di 16 anni. Oggi, come r...
20.02.2019
Svizzera