Ticino, 17 gennaio 2019

Lorenzo Quadri - Medico del traffico: 1300 Fr in Ticino non sono uguali a 1300 Fr a Zurigo!

Il Consigliere nazionale della LEGA Lorenzo Quadri replica alla notizia sulle tariffe pubblicate dei vari medici del traffico in Svizzera

1) A seconda del tipo di visita, la pillola può salire. Io ho visto una fattura del medico del traffico "ticinese" (ovvero la dottoressa "non patrizia di Corticiasca" che ha trovato in questo ridente Cantone "ul signur indurmentàa") con l'usuale richiesta di pagamento anticipato, di ben 1500 Fr.

2) Bene che il Consiglio di Stato cerchi di contenere le tariffe, e che si ipotizzino statalizzazioni del medico del traffico. Ma le possibilità di intervento del Cantone sono alquanto limitate davanti ad imposizioni che vengono dalla Confederazione. La colpa è del bidone (federale) Via Sicura. E' lì che occorre intervenire.

3) In Ticino gli stipendi sono sensibilmente più bassi rispetto al resto della Svizzera (e la "forchetta" si allarga sempre di più), il rischio di povertà è doppio (grazie libera circolazione!), eccetera eccetera. Quindi 1300 Fr in Ticino non sono certo uguali a 1300 Fr a Zurigo.

4) La morale è sempre la stessa: abolire il medico del traffico! Stop alla persecuzione degli automobilisti!

Guarda anche 

I 3 miliardi della Confederazione vadano all'AVS!

Ma chi l’avrebbe mai detto! Per l’ennesima volta i conti della Confederella sono in “profondo nero”! Vale a dire, totalizzano attivi stratosferici...
20.02.2019
Svizzera

Antonio Caggiano – “Leghista da sempre”

Nei giorni scorsi ho preso posizione nei confronti di un candidato del PS per il suo comportamento durante la trasmissione “Sotto a chi tocca”, nella quale i ...
20.02.2019
Opinioni

Lorenzo Quadri - Il mantra del "non problema"

Come c’era da attendersi, il Gran Consiglio ha respinto a larga maggioranza la petizione del Guastafeste Giorgio Ghiringhelli che chiede di vietare su suolo pubblic...
20.02.2019
Opinioni

Andrea Censi - Che fine hanno fatto i posteggi?

Premessa Una premessa è doverosa, nessuno intende mettere in croce la politica delle piste ciclabili, la mobilità lenta va promossa ed è parte integ...
19.02.2019
Opinioni