Svizzera, 14 gennaio 2019

Dipendente del DFAE sospettato di pedopornografia

La Svizzera è stata informata a fine aprile 2018 dagli Stati Uniti. Del caso se ne occuperà la giustizia bernese

Guai in vista per un dipendente del Dipartimento federale degli affari esteri, impiegato in Italia. L'uomo, infatti, è sospettato di aver condiviso materiale pedopornografico utilizzando server della Confederazione.

Del caso, su richiesta del Tribunale penale federale (TPF), se ne occuperà la giustizia bernese. Il TPF comunica inoltre che la Svizzera è stata informata del caso a fine aprile 2018 dagli Stati Uniti.

Le ricerche hanno permesso di scoprire che foto e video con bambini erano stati condivise tramite server dell'Ufficio Federale dell'informatica e della telecomunicazione (UFIT).

Guarda anche 

Mortale nel Gottardo: "Parole travisate. Sabotaggio solo un'ipotesi"

“Il sabotaggio? È solo un’opzione da tenere in considerazione, ma il Blick ha involontariamente travisato le mie parole”.Il titolare dell’i...
24.04.2019
Svizzera

I contadini contro l'Accordo quadro, "a rischio una produzione agricola senza OGM"

La Camera dell'agricoltura dell'Unione Svizzera dei contadini (USP) si è pronunciata mercoledì contro l'accordo istituzionale con l'UE "...
24.04.2019
Svizzera

Le situazioni assurde di Locarno, prendono di mira anziani e persone sole per farle sloggiare

*Dal Mattino della Domenica.  Sul Mattino dello scorso 24 marzo è stato pubblicato un articolo su quanto accade in uno stabile di Locamo, dove persone &ldq...
24.04.2019
Svizzera

I salari si difendono solo stando alla larga dall’UE

Come detto in più occasioni, la battaglia determinante per il futuro della Svizzera è quella sui rapporti con la fallita UE. I funzionarietti di Bruxelles, ...
24.04.2019
Svizzera