Sport, 13 gennaio 2019

Tra tabù e Friborgo: l’Ambrì vuole ripartire

Nuovamente sconfitti a Bienne, i biancoblù cercano oggi in casa punti importantissimi per tenere a distanza i burgundi e il Lugano

AMBRÌ – Continuare a risultare indigesta la trasferta di Bienne per l’Ambrì che, nonostante una buona prestazione, ieri sera ha dovuto alzare bandiera bianca alla Tissot Arena: i Seelanders in stagione si sono rivelati sempre troppo ostici per i ragazzi di Cereda (1-14 il totale delle reti stagionali negli scontri diretti) che di colpo hanno perso tutta la pericolosità e l’efficacia delle loro bocche da fuoco.

Lo 0-3 rimediato ieri alla Tissot Arena non fotografa nella realtà la sfida di ieri, nella quale l’Ambrì è rimasto in partita fino al 55’: il match è stato deciso dai dettagli e in quelli, vuoi per sfortuna o per caparbietà, il Bienne è stato superiore a Manzato e i suoi.

Il tempo per rammaricarsi, al termine di un match più equilibrato di quanto si possa immaginare, reso amaro dalle ultime due segnature incassate in ripartenza, e nel quale l’Ambrì ha mostrato cose molto interessante, è poco: oggi i biancoblù saranno di scena alla Valascia ospitando quel Friborgo che, nono, insegue in classifica a 5 lunghezze.

Servirà una nuova ottima prestazione davanti al proprio pubblico per tenere a debita distanza gli stessi burgundi, oltre a non galvanizzare un Lugano che, seppur in grossa crisi, è tornato a farsi minaccioso a 6 punti di distanza.

Guarda anche 

È ora di dire basta: Molinari via da Lugano!

Abbiamo appreso tutti dai giornali che una trentina di persone, molte delle quali senza mascherina, e tutte senza permesso, ha protestato ieri sera a Lugano, in piazza Mo...
31.10.2020
Opinioni

Casinò Lugano apre novembre sfoggiando sorrisi

Per adeguarsi alle norme imposte dalla Federazione e dal Cantone il Casinò Lugano ha implementato una serie di limitazioni e restrizioni ai propri giocatori in mod...
30.10.2020
Ticino

“Bottani? Un po’ di febbre… Fermare il campionato? Difficile, il Governo ha detto che..”

LUGANO – Sono giorni davvero complicati, assurdi e inimmaginabili, quelli che sta vivendo l’FC Lugano: prima, dopo la ripresa del calcio giocato, la positivit...
30.10.2020
Sport

Tra rinvii e porte chiuse l’hockey continua fino a dicembre

LUGANO - Prima delle restrizioni prese dal Consiglio federale ieri, che di fatto riportano il campionato di hockey a tornare a essere una competizione a porte chiuse, si ...
29.10.2020
Sport