Ticino, 03 gennaio 2019

Tuto Rossi spara a zero sul "medico del traffico". Ecco la fattura shock!

TICINO - Un'invettiva in piena regola quella dell'avvocato bellinzonese attivo nelle fila dell'UDC. Un post su facebook a cui Tuto Rossi ha allegato un documento. Una fattura ricevuta da uno dei malcapitati, che hanno dovuto subire questo trattamento.

"Da 1’150 a 1’500 franchi per una visita di 20 minuti. Ecco da deve viene il milione che guadagna la ricca medico del traffico di Chiasso, secondo il Presidente dell’Ordine dei Medici Denti e il Grancosigliere Ferrari.

A me non sembra normale e a voi?

Costretto dalla paura di non più riavere la patente, il cittadino paga in anticipo (perché il medico normale si paga dopo invece quello del traffico prima?) senza neppure ricevere la fattura che spiega dove finisce quella montagna di soldi. Ok sarebbe compreso l’esame del capello, ma si tratta di un esame molto semplice e poco costoso che fa il laboratorietto di Olivone. 

L’onesto automobilista viene poi umiliato con una serie di esami quali la palpazione di tutte le arterie esterne senza spiegazione, e con qualche domandina poco chiara, tipo “a carnevale ti sei già ubriacato? Quando esci in compagnia bevi?”

Vista la fretta la dottoressa magari non capisce e ti ritrovi sul rapporto “Ha cominciato a bere all’età di 16 anni, ammette di avere più volte perso il controllo, a cena con gli amici beve anche una bottiglia” (tu hai detto in 5 e ma lei ha capito da solo).

Cosi finisci nel percorso psicoeducativo (cioè con la patente di alcolizzato da curare) e ti svuotano il conto in banca ... Senza contare le multe i costi di giustizia e i mesi di ritiro che arrivano dopo. Quindi Achtung!"

Fonte. Pagina di Tuto Rossi


 

 

Guarda anche 

CimaNorma, un dolce e tradizionale sguardo al futuro

Lunedì, 20 maggio 2019, alle ore 10.30 presso la sala Vinoteca del Ristorante Ciani a Lugano, le società Cima Norma SA e Domani Food SA si sono riunite dava...
20.05.2019
Ticino

"Onore ai ticinesi", "ora so dove passare le mie vacanze". Le reazioni all'indomani del NO ticinese alla Legge sulle armi

Non è passato inosservato il NO del canton Ticino alla nuova legge sulle armi, unico cantone ad avere rifiutato la direttiva UE sulle armi. Il “no” tic...
20.05.2019
Svizzera

"I ticinesi non si sono piegati al diktat dell'UE"

La Lega dei Ticinesi, in un comunicato trasmesso ai media, prende posizione sull'esito della votazione concernente la ripresa della direttiva UE sulle armi, ripresa c...
19.05.2019
Ticino

Votazioni, in Ticino no alla legge sulle armi, ai semafori e alle officine mentre è approvata la riforma fiscale

No alla ripresa della direttiva UE sulle armi, no al progetto di semaforizzazione del piano di Magadino, no all'iniziativa sulle Officine mentre è stata approv...
19.05.2019
Ticino