Mondo, 10 dicembre 2018

Professore ucciso da uno dei suoi studenti a Parigi per "aver insultato l'islam"

Un professore universitario irlandese è stato pugnalato a morte da uno dei suoi ex studenti perchè avrebbe "insultato il profeta Maometto", ha dichiarato il suo assassino alla polizia francese.

L'accademico 66enne, John Dowling, è stato aggredito e pugnalato 13 volte fuori dall'università di Parigi, dove si era recato per lavorare, per l'ultima volta, mercoledì scorso. Lo riporta il sito francese express.fr.

Ali R., un cittadino pakistano di 37 anni, ha confessato l'omicidio e ha detto alla polizia che aveva un rancore personale contro l'insegnante dopo aver fallito gli esami l'anno scorso.

Ali - il cui cognome non è stato divulgato dalle autorità francesi - sarà accusato di omicidio a Parigi oggi per l'attacco al di fuori dell'università privata Leonardo da Vinci nel quartiere degli affari La Defense.

Catherine Denis, procuratrice di Nanterre a cui è stato affidato ilcaso, ha detto che Ali nutriva un "risentimento ossessivo"
nei confronti dell'università per averlo espulso nel settembre del 2017.

"È venuto in Francia due anni fa per unirsi alla scuola di management, ma non ha passato il suo primo anno", ha detto Denis "da allora era tornato all'istituto ma era diventato indesiderato al punto che non gli era più permesso entrare".

Le immagini della videosorveglianza mostrano Dowling che chiacchiera tranquillamente con Ali verso mezzogiorno, prima che l'aggressore tiri fuori un coltello da cucina e pugnali la gola dell'irlandese, e poi nel suo petto.

Ali ha detto alla polizia che l'insegnante si era preso gioco della sua religione musulmana durante le lezioni di inglese all'università.

"Ha prodotto un disegno, che ha mostrato in classe, insultando il profeta Maometto" ha affermato Ali agli inquirenti.

La sig.ra Denis ha detto che Ali R. non era noto ai servizi di intelligence, ma era un "patriota ossessivo" della Repubblica islamica del Pakistan.

Guarda anche 

Lui l'accusa di aver pubblicato i loro filmati hard online, per lei si è inventato tutto per vendicarsi

Un quarantenne kosovaro accusa la sua ex compagna di averlo ricattato pubblicando online i loro video intimi, lei invece sostiene che lui sta mentendo per vendicarsi. &Eg...
22.03.2019
Svizzera

Scalpore in Svezia per la prima presentatrice TV con il velo islamico

Da diversi giorni i telespettatori della televisione pubblica svedese SVT si sono visti presentare l'attualità da Cheyma Moufid, una giovane musulmana che indo...
21.03.2019
Mondo

Aveva aggredito una dipendente di un centro per richiedenti l'asilo fino a farle perdere un occhio, condannata a 18 anni di carcere

Il tribunale cantonale di Zurigo ha condannato martedì una richiedente l'asilo per tentato omicidio ad una reclusione di 18 anni, confermando così il ve...
21.03.2019
Svizzera

Benzina, coltello e fascette: il folle piano del senegalese che ha quasi ucciso 51 bambini

Si trattava di un attentato premeditato e pianificato quello di Ousseynou Sy, il senegalese con cittadinanza italiana che ieri ha quasi ucciso 51 bambini dando fuoco a un...
21.03.2019
Mondo
x