Sport, 25 novembre 2018

VIDEO – La follia del Superclasico al Monumental: una mamma nasconde una cintura di bengala sotto la maglia della figlia

Scene di ordinaria follia ieri sera prima della partita di ritorno di finale della Copa Libertadores: feriti, giocatori intossicati e partita rinviata

BUENOS AIRES (Argentina) – Si è rischiata la strage ieri a Buenos Aires, un paio d’ore prima del previsto calcio d’inizio di River Plate-Boca Juniors, partita di ritorno della finale di Libertadores. Per settimane abbiamo parlato della partita del secolo, della sfida imperdibile, tra le due squadre, acerrime nemiche di Buenos Aires. Ebbene… la partita non si è giocata, e verrà disputata questa sera, ma ciò che più conta è che all’esterno del “Monumental” si è rischiata la strage.

Il bus del Boca, infatti, non è stato scortato a dovere dalla polizia ed è risultato facilissimo ai tifosi del River prenderlo di mira con lancio di pietre e qualsiasi altro oggetto, tanto da rompere i vetri del torpedone, ferendo alcuni giocatori degli Xeneizes. Le forze dell’ordine, in seguito, sono intervenuti anche con il lacrimogeni, creando altri danni, tanto che alcuni giocatori del Boca sono stati intossicati.

La scena che resterà nella mente di tutti, quella che ha sconvolto le coscienze anche dei più scalmanati, ha visto però come protagonista una mamma: per eludere i controlli all’entrata dello stadio, la donna ha usato la figlia come “cavallo di Troia”, legandole in vita con lo scotch una cintura di bengala da introdurre all’interno dell’impianto.

Pura e autentica follia!

Guarda anche 

Ehi Lugano, sei primo in classifica! Che partenza per i bianconeri!

ZURIGO – È vero che dopo una sola giornata, “basta” vincere per ritrovarsi nelle prime posizioni in classifica, ma il primo posto in solitaria di...
22.07.2019
Sport

Rischia di cadere l’aereo: paura, vomito e tensione per il Palmeiras

MENDOZA (Argentina) – Attimi di paura, di autentica terrore per i calciatori del Palmeiras, e per tutto lo staff dirigenziale, societario e medico, dopo che l&rsquo...
22.07.2019
Sport

Pronti, partenza… via: il treno del Lugano è pronto a mettersi in moto

ZURIGO – Un po’ tutti abbiamo negli occhi la splendida, intensa e travagliata cavalcata che lo scorso anno permise al Lugano di conquistare la terza piazza in...
21.07.2019
Sport

10 mesi di carcere per rapina: ora giocherà a Como, il calcio come redenzione e riscatto

COMO (Italia) – C’è aria di festa a Como, dove la squadra, dopo aver vinto il girone B della Serie D l’anno scorso, è tornata a conquistar...
21.07.2019
Sport