Mondo, 22 novembre 2018

Canal Grande a Venezia illuminato di rosso "per non dimenticare i cristiani perseguitati" (VIDEO)

foto acs-italia.org
La sera del 20 novembre le acque del Canal Grande a Venezia sono state illuminate di rosso. Rosso come il sangue, per simboleggiare quello dei cristiani perseguitati in tutto il mondo. Il merito è di Aiuto alla Chiesa che soffre, Fondazione di diritto pontificio che non vuole arrendersi a dimenticare chi, ancora oggi, è ucciso e vessato solo a causa della propria fede.
L'associazione non è nuova a questo tipo di eventi. Negli scorsi anni anche a Fontana di Trevi, il Colosseo, il Palazzo di Westminster a Londra, la statua del Cristo Redentore a Rio de Janeiro, la Basilica del Sacro Cuore a Parigi, la Cattedrale di Manila sono stati illuminati di rosso .

L’iniziativa, si legge sul sito dell'associazione, è patrocinata dal Comune di Venezia, avverrà nell’ambito del tradizionale pellegrinaggio diocesano dei giovani alla Basilica della Madonna della Salute, guidato come ogni anno dal Patriarca, monsignor Francesco Moraglia. Il pellegrinaggio quest’anno avrà come temi centrali il diritto alla libertà religiosa e la sensibilizzazione verso le comunità cristiane perseguitate.

Nell’occasione saranno illuminati di rosso anche la Basilica di Santa Maria della Salute ed il tratto del Canal Grande antistante. "L’acqua del Canal Grande si trasformerà nel sangue dei cristiani perseguitati – afferma il direttore di ACS-Italia Alessandro Monteduro – Una nuova cornice suggestiva per far svolgere ancora una volta lo sguardo del mondo sul dramma dei nostri fratelli che soffrono la persecuzione. Ovviamente, non potevamo non dedicare la serata ad Asia Bibi e con lei a tutte le donne che subiscono violenze e abusi in nome della fede. Nella speranza che il #MeToo vada ben oltre Hollywood".

Non mancherà un momento di testimonianza: quella di monsignor Botros Fahim Hanna, vescovo copto-cattolico di Minya in Egitto, il quale racconterà ai giovani e a tutti i pellegrini presenti quanto sia difficile essere cristiani in contesti in cui la libertà religiosa è calpestata.

Guarda anche 

"Al Consiglio federale piace farsi prendere in giro dall’Italia? A noi no"

"Sconcerto, ma nessuna sorpresa". La Lega dei Ticinesi, in un comunicato trasmesso ai media, prende posizione sulla risposta del Consiglio federale all'inte...
14.02.2019
Ticino

I "falsi saldi" potranno essere denunciati (anche online)

Una lampada venduta a 34,90 franchi invece di 59,90 franchi a Ochsner Sport, una giacca venduta a 129 franchi invece di 179 franchi a Manor. A prima vista possono sembrar...
14.02.2019
Svizzera

Il teletext mette in risalto l'Italia invece che la Svizzera, “evidentemente per la RSI lo stato di riferimento è l'Italia”

Sabato scorso il teletext della RSI metteva in risalto l'Italia nella classifica delle medaglie dei mondiali di sci di Are. Di norma, nelle competizioni internazional...
11.02.2019
Ticino

Il paradosso dei paesi europei, rifiutano i cristiani perseguitati

 Una guerra, quella in Siria, che inizia ad occupare più i libri di storia che le pagine dell’attualità. Oramai i dubbi principali rigu...
11.02.2019
Mondo