Sport, 16 novembre 2018

“L’omosessualità nel calcio? Fare coming out è difficile”. Parola di Giroud

L’attaccante della Francia ha analizzato la tematica, sempre delicata nel mondo del pallone

PARIGI (Francia) – È da sempre un tema complicato, difficile da trattare e da affrontare da parte dei calciatori, forse impauriti da cosa potrebbero pensare i propri compagni di squadra, gli avversari o i tifosi, magari pronti a sogghignare: stiamo parlando dell’omosessualità nel mondo del pallone.

Spesso si preferisce evitare l’argomento, passarci sopra, facendolo restare un tabù, ma per fortuna ogni tanto qualche spiraglio di apertura mentale sembrerebbe esserci. Su tale tema è intervenuto Olivier Giroud, attaccante del Chelsea e della Francia, durante un’intervista rilasciata a “Le Figaro”.

“È ovviamente una situazione delicata e capisco il dolore e la difficoltà nel riuscire a fare coming-out, è una prova complicata dopo un lavoro su se stessi che magari è durato anni. Io sono ultra tollerante e quando mi chiedono di sostenere le campagne contro la discriminazione come quella dei lacci arcobaleno, lo faccio”.

Guarda anche 

È un Lugano pronto…a tifare Basilea!

BERNA - Il campionato di Super League è fermo, il pallone questa domenica non rotolerà sui campi del campi del massimo campionato svizzero di calcio, m...
19.05.2019
Sport

“Hanno distrutto il GC, dovrebbero vergognarsi!”

ZURIGO – Pascal Zuberbuhler (ex portiere del GC e della Nazionale): che sensazione si prova a vedere questo club naufragare in Challenge League? Ha usato la parola...
20.05.2019
Sport

“Zingaro di m…”, quando l’insulto arriva dalla polizia

ROMA (Italia) – Non è stato un mercoledì sera come tanti altri, quello che si è vissuto settimana scorsa a Roma nei dintorni dello Stadio Olimp...
19.05.2019
Sport

A lezione da Gerndt: il Lugano, salvo, a 180’ da un sogno chiamato Europa

LUGANO – Dobbiamo fare mea culpa e chiedere scusa un po’ a tutti ad Angelo Renzetti. Ebbene sì, perché un po’ tutti quando il presidente d...
17.05.2019
Sport