Sport, 12 novembre 2018

Aggredito, picchiato fino a rischiare la vita: arbitro 24enne salvato da un ex capo ultrà

L’increscioso episodio è avvenuto a Roma, ma richiama l’attenzione sulla violenza nel calcio regionale spesso presente anche alle nostre latitudini

ROMA (Italia) – Settimana scorsa le scene di ordinaria follia sui campi del calcio regionale si sono verificate a Bellinzona, dove un giocatore del Codeborgo è stato preso a calci e pugni dagli avversari del Makedonija (Quinta Lega), questa volta la notizia arriva da Roma e ha come protagonista, suo malgrado, un arbitro di 24 anni, Riccardo Bernardini, che ieri ha vissuto attimi di terrore durante un match del campionato di Promozione.

Il finimondo si è concretizzato al termine della partita Virtus Olympia-Atletico Terranova, un match che è diventato elettrico nei minuti finali quando sono fioccati due cartellini rossi per i padroni di casa e una rete negli istanti di recupero. È in quel momento che è scattata la follia: stando a quanto riportato dal “Corriere dello Sport”, due uomini di 25 e 35 anni, dopo aver scavalcato il recinto che separa gli spogliatoi dal resto della struttura, hanno prima colpito con uno schiaffo l’arbitro, per poi scaraventarlo a terra, facendogli sbattere la nuca sul cemento. Le conseguenze sono state immediate: il 24enne ha iniziato a perdere sangue e conoscenza, rischiando di soffocare con la propria lingua.

A salvarlo ci ha pensato il massaggiatore del Torrenova, Yuri Alviti – ex capo ultrà della Lazio –, che era stato allontanato dallo stesso arbitro durante la partita e che è giunto subito in soccorso coadiuvato dalla fidanzato del povero direttore di gara, che è un’infermiera. Ospedalizzato e sottoposto a controlli, Riccardo Bernardini ha potuto tirare un sospiro di sollievo.

La madre ha voluto raccontare qualche dettaglio in più dell’aggressione: “Hanno tirato sassi, sono entrati, erano più di due, forse quattro, ma lì a difendere mio figlio non c’era nessuno. Questo è un problema che va risolto: così è una vergogna!”.

Guarda anche 

La Svizzera ringrazia l’YB… e quel rinvio col Lugano ora fa meno discutere

BERNA – Battere Cristiano Ronaldo. Superare il Manchester United. Diventare la seconda squadra contro cui il fenomeno portoghese ha sempre e solo perso in carriera,...
15.09.2021
Sport

In fuga dall’Afghanistan e dai Talebani: la nazionale di calcio femminile trova riparo

ISLAMABAD (Pakistan) – In fuga dall’Afghanistan, in fuga dai talebani. In fuga dalle assurde regole che (tra le tante aberrazioni anche più gravi) viet...
16.09.2021
Sport

Clamoroso: in FIFA 22 non ci sarà la Svizzera!

BERNA – C’è sgomento anche in seno alla Federazione svizzera di calcio: la Nazionale rossocrociata, infatti, sarà una delle squadre che non sara...
14.09.2021
Sport

Anche col “Crus” il Lugano continua a convincere

LUGANO – “Senza Maric neanche gioco”. Così aveva parlato nella consueta conferenza stampa pre partita Matti Croci-Torti, alla vigilia della sua p...
13.09.2021
Sport