Sport, 23 ottobre 2018

Marco Simoncelli, 7 anni fa la sua tragica morte

Era il 23 ottobre 2011 quando il pilota italiano perdeva la vita sul circuito di Sepang quando stava diventando uno dei motociclisti più forti e amati del Motomondiale

SEPANG (Malesia) – Molto probabilmente quella domenica mattina ce la ricordiamo quasi tutti. C’era chi era davanti alla televisione a guardare la gara della MotoGP o chi, troppo stanco, aveva deciso di dormire per poi riguardarsi la replica della gara successivamente, o chi, indifferente al Motomondiale e/o allo sport in generale, non aveva nessun’interesse a guardare la corsa. Ma sicuramente tutti ci ricordiamo cosa stavamo facendo quando la notizia della morte di Marco Simoncelli giunse alle nostre orecchie.

Sì perché quel ragazzone di 24 anni, con quella folta chioma, con la battuta sempre pronta e con la voglia di battagliare sempre in pista risultata simpatico praticamente a tutti e, gli amanti del motomondiale, vedevano in lui le stigmate del campione che si stava formando.

E invece Marco Simoncelli morì esattamente 7 anni fa, il 23 ottobre 2011, sul circuito di Sepang, il Sepang International Circuit  (SIC, guarda tu i casi della vita), dopo essere stato investito incidentalmente da Valentino Rossi e da Colin Edwards dopo esser scivolato dalla sua Honda divenuta incontrollabile. Una morte che ha fatto male a tutti e che ancora oggi lascia una ferita dolorosa ogni qualvolta si riguarda il video dell’incidente, ogni qualvolta si rivedono le immagini di Simoncelli sorridente.

Ognuno vive a suo modo quei momenti, ma ricordare il caso che rotola lungo il circuito, dopo essersi staccato dal pilota, il volto disperato dell’allora fidanzata Kate Fretti mentre vedeva il suo Marco esanime a terra, la faccia persa nel vuoto ma cosciente di ciò che era accaduto di suo padre che comunicava al mondo intero “Marco non c’è più”, rappresentato una pugnalata al cuore e fanno venire i brividi.

Sic è scomparso a 24 anni, su quel circuito che nel 2008 lo aveva visto laurearsi campione del Mondo in 250 (quella che oggi è la Moto2). Il titolo iridato nella MotoGp, forse, sarebbe arrivato in seguito ma Simoncelli è rimasto nel cuore di tanti e il suo ricordo difficilmente sparirà.

Guarda anche 

5G, una commissione del nazionale chiede misure

L'introduzione della tecnologia 5G devono essere accompagnata da misure di monitoraggio, che verifichi gli effetti sullas salute. È quanto ha deciso la Commiss...
16.05.2020
Svizzera

Giovani Comunisti e l'incoerenza ideologica

In data 8 aprile 2020, proprio mentre si stava iniziando ad intravvedere il picco dell’emergenza sanitaria, la Gioventù Comunista Svizzera ha deciso di cogli...
11.04.2020
Opinioni

Femminista vuole lanciare una molotov sulla polizia, colpisce le altre manifestanti (VIDEO)

La giornata internazionale della donna che si tiene l'8 marzo è un'occasione, per le attiviste dei diritti delle donne, più comunemente note come fe...
10.03.2020
Mondo

Condivisero le foto dell’incidente di Kobe Bryant: otto poliziotti indagati!

LOS ANGELES (USA) – Una roba da non crederci: otto poliziotti della contea di Los Angeles sono sotto inchiesta per aver condiviso e diffuso le foto macabre della sc...
05.03.2020
Sport